Strade vuote

Mentre aspetto il taxi, alle cinque e trentacinque in una deserta Parigi, penso che sarà difficile tornare a svegliarsi ancora prima e rincorrere i bus notturni per arrivare troppo tardi all’aereoporto, quando tornerò troppo povero per poter prendere il taxi.

Annunci

6 pensieri su “Strade vuote

  1. Io, per lo stesso motivo, penso che sarà veramente difficilissimo tornare a vivere a Torino…
    Qui a Pavia, è tutto a portata di mano: è tutto più rilassato, è tutto più a misura d’uomo 😦

    1. ora, lo so che è antipaticissimo da dire, ma c’è solo una città in Italia dove vivrei meno volentieri che a Torino: Pavia. Vabbé, su Torino ho problemi dal passato quindi lasciamo perdere, ma Pavia… diosanto, Pavia è inquietante! piccola e incubotica, umida e zanzarosa, con quel corso sempre uguale a se stesso, Annabella e Accessorize… e il Sottovento e qualcosaltro… e la magnolia all’Università, e la Minerva che ti guarda e che fa paura, la stazione… ci girerei il remake italiano di Twin Peaks, ma meno torbido e più noioso…

      1. AHAHAHAHAHA!!
        Ma non sapevo che fossi stato anche a Pavia!!
        Ma quando? Per quanto tempo? 😀
        Ma guarda un po’ com’è piccolo il mondo 😀

        A me Pavia invece piace tantissimo; molti dei difetti che hai evidenziato, a me fanno impazzire 🙂 Mi piace il fatto che sia piccola, così hai tutto a portata di mano; il corso tutto uguale mi da un’idea di… ordine, è tutto molto regolare u_u
        La magnolia m’è entrata nel cuore fin dal primissimo momento, come del resto tutta l’Università; e mi piace persino il clima (lo so, son matta :-P). A parte le zanzare, che sono effettivamente un bel problema, a me piacciono moltissimo quelle giornate invernali, fredde, con la nebbia che sale su dal fiume… sembra di essere in un quadro romantico 🙂
        E poi le chiese, che son bellissime; e le casette colorate dei pescatori sulla riva del Ticino… a me piace tanto, ma veramente tanto tanto tanto 🙂

        Poi, per carità, per molti versi mi piace moltissimo anche Torino: solo che è troppo grande, troppo caotica, troppo dispersiva, troppo trafficata… un po’ come tutte le città grandi, insomma. Bella; ma è difficile viverci.

        Ma per curiosità: okay, Pavia non ti piace per queste ragioni, ma di Torino cos’è che t’ha così traumatizzato, se posso chiedere? 😛 L’avevi già scritto altrove, del tuo odio verso Torino: mi ero sempre chiesta come mai… 🙂
        (A parte il fatto che, se ci hai fatto l’università, Palazzo Nuovo è già di per sè un VALIDISSIMO motivo. Non a caso, io sto a Pavia sotto la magnolia… :-P)

  2. Io l’ho sempre trovata adorabile (cresciuto a umido, pane e zanzare, eh!). Anche perche’ nella sua piccolezza, la domini. Di notte le strade deserte non sono inquietanti, sono a misura d’uomo, ricordo la gioia di giocare a “rialzo” con gli amici quando rientravo dopo le mie notti da studente 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...