Talare hipster, ovvero: Della superfetazione

Dopo aver sbagliato, per la seconda volta, l’autobus ed essere finito sì alla stazione di Trappes, ma non dopo le tre fermate solite bensì attraverso un periplo interminabile, attraverso un posto che si chiama Élancourt, costeggiando un certo Étang de Saint-Quentin e passando vicino a una commanderie di templari (davanti alla quale troneggiava una repellente statua di templare a cavallo), sono riuscito ad arrivare qui, segnatamente alla biblioteca domenicana che voi sapete, quella sospesa nel tempo, quella col mio sosia certosino, quella in cui un anno fa speravo in una primavera non giunta (e non giunta ancora, un anno dopo).

E son dunque qui, anche oggi, vinta la pioggerellina. Sono entrato, non avevo la tessera ma mi han fatto entrare ugualmente. Ho chiesto tre libri, li ho ottenuti in poco tempo. Mi son andato a sedere, là in fondo dove piace a me perché passan poche persone e perché è più luminoso. C’era solo un posto, mi siedo davanti ad un prete, che alza la testa e mi dice Bonjour inclinandola.

Ecco: talare, ovviamente fino ai talloni, con i trentatré bottoncini regolamentari (che non ho contato, ma mi fido). Collarino bianco, occhiali sottili, abbastanza giovane, capelli cortissimi come li si porta oggi per non far capire troppo che si è calvi.

E poi. Più che Gerolamo di Stridone, più che Rasputin, più che Tolstoj. Ecco, più di loro, più del metropolita di tutte le Russie o un vescovo maronita. Ecco ho pensato ad un odioso hipster.

Ed è così, nella superfetazione dei riferimenti, che è passata la gloria del mondo.

Annunci

2 pensieri su “Talare hipster, ovvero: Della superfetazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...