Cos’era quel missile, ovvero: Sainte Odile, girellando una mattina…

E’ da novembre che mi chiedo, camminando per rue Louise Michel a Levallois Perret, cosa sia quel missile, quella ciminiera, quella torre, insomma quella cosa che si vedeva da lontano. Un missile, una ciminiera, una torre, appunto? qualcosa di sovietico, mi sembrava, di realsocialista, un po’ per il colore rosato, un po’ per la forma, un po’ perché mi piace pensare al realismo socialista, la mattina presto, quando ti senti sfruttato e pensi al paradiso dei lavoratori.

Ci ho pensato spesso, un paio di volte a settimana, e volevo anche chiedere in giro, qui o su twitter, se qualcuno sapeva: cos’è quella cosa che spunta da là in fondo? ma poi mi son sempre dimenticato, a riprova di quanto, in realtà, me ne fregasse. Però oggi, che ero a Levallois Perret e dovevo andare in BnF e non avevo voglia di fare M 3 + M 14 ma di farmi una passeggiata verso Pereire, attraversare l’antipatico 17eme e prendere la RER C e allungare così il brodo, ho visto una freccia che indicava una chiesa mai sentita – che poi era ovvio che non l’avessi mai sentita, diciamolo pure – e mi è venuto in mente che potevo dare un’occhiata, prima di prendere la RER di cui sopra.

La parrocchia di sainte Odile stava a pochi metri, su avenue Stéphane Mallarmé. Una enorme facciata di mattoni rosso, un enorme portale con la Trinità e là, in alto, quel missile, quella ciminiera, quella torre, insomma: quella cosa che è – dunque – un campanile. Uno splendido campanile e una splendida chiesa, neobizantina (perché apprendo che esiste anche l’architettura neobizantina, diffusa più in zone ortodosse che in zone cattoliche, ovviamente) costruita tra gli anni Trenta e gli anni Quaranta del secolo scorso.

Coerente, che è la cosa che mi piace delle chiese, con statue di santi che si accordano nello stile a quello dell’edificio: niente padripii di plastica, dunque, ma un Giovanni Battista scolpito nello stesso rosso della facciata, dietro al fonte battesimale, e ai lati un san Giuseppe e una santa Teresa (domanda per Lucyette: che santateresa ci si mette, vicino al fonte battesimale!?). Delle immense vetrate, soprattutto, che danno luce all’ampia navata. Un bell’altare neobizantino, appunto.

Dunque per caso, girellando una mattina come fossi in una poesia di Giuseppe Giusti, sono finito in una stupenda chiesa (per quanto posso capirne io di chiese, ben inteso), ho visto delle belle vetrate, delle belle sculture, ho sentito quel silenzio particolare che c’è nei luoghi di culto in cui non capitano i turisti e ho pure scoperto che cosa fosse quello strano missile che vedevo tutte le mattine, il martedì e il giovedì, da novembre.

Deve esserci qualche segno in tutto questo, comunque…

Ah, ho letto pure la vita di santa Odilia che è simpatica e interessante, soprattutto perché ha avuto un rapporto un po’ complicato con santa Lucia ma son tutte storie interessanti che io non so raccontare e chiedete a lei, nel caso…

Annunci

7 pensieri su “Cos’era quel missile, ovvero: Sainte Odile, girellando una mattina…

  1. Oggi ero anch’io a Levallois Perret, abbiamo rischiato di incontrarci. Hai visto i pannelli informativi che ricordavano che M. Balkany è stato riconfermato deputato col 51,40% (e a Levallois 64,01%)? Che bel posticino…
    Ma ci hai mai pensato all’incongruità di una Rue Louise Michel in quel posto? Addirittura una fermata del métro! Sembra incredibile, ma dal 1965 al 1983, il sindaco di Levallois Perret fu Jans Parfait, tassista comunista, figlio di immigrati valdostani.

    PS: ritornando in tema di missili: ma quello che si vede sul Quai deGrenelle? Sarà mica un’altra chiesa neobizantina?

    1. eh davvero… però se guardi i sindaci, quel Parfait è stata una eccezione tra tutta gente di destra… certo, sindaco vent’anni ma in Francia vent’anni di sindacatura sono un’inezia! ad ogni modo, speravo molto nella sconfitta di Balkany perché nel derby Clichy – Levallois vabbé, è chiaro che tenevo per Clichy (malgré…) Piuttosto, wikipedia dice che Levallois-Perret est la commune la plus endettée de France, al terzo posto assoluto dietro Parigi e Marsiglia…

      cmq sai che non ho presente a quale missile tu ti riferisca? magari sì, sarà una chiesa, ma indagherei se fossi in te!

  2. Santa Odilia!! 🙂
    Mi sta un sacco simpatica, proprio per gli strani intrallazzi con Lucia 😉 Peraltro Laura Mancinelli (conosci?) ha anche scritto un libretto molto delicato dedicato a Santa Odilia (che non è questa, è un personaggio di fantasia, ma comunque m’è rimasto in mente il nome), e insomma… Santa Odilia mi sta simpatica, e non avevo mai sentito di una chiesa dedicata a lei 😀
    Carina!
    Però è troppo striminzito l’organo, mi aspettavo qualcosa di più grosso.

    Ehm… in che senso, che santateresa ci si mette vicino al fonte battesimale? Non so! Quella che c’hai in sacrestia, suppongo 😀
    Com’era fatta, questa? 😉

    1. eh ma se ho letto bene santa Odilia è patrona dell’Alsazia quindi in qualche modo qui ha una importanza…

      quale santa teresa, intendevo: perché ci sia san giuseppe al fonte battesimale posso capirlo, ma santa teresa? secondo me era quella di Lisieux, ma perché dovrebbero metterla là? non ci sono santi coerenti col battesimo, ai lati del fonte battesimale? ma magari no, eh…

      1. Aaaahh, capito… scusa 🙂
        Mah… io, ai lati del fonte battesimale, non ci metterei proprio nessuna statua: rischia di distogliere l’attenzione dal fonte in sè, che dovrebbe essere la cosa più importante. Facendo mente locale, non ricordo di aver mai visto statue grosse messe a ridosso del fonte. Al limite, il Battista, appunto, che però richiama giustamente il battesimo.
        Ma erano proprio vicine-vicine, ‘ste due statue?
        In effetti è vero: se ci sono decorazioni o immagini (anche sul fonte, per dire) dovrebbero avere una qualche attinenza col battesimo, uhm. Che strano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...