La colpa del tallone

Ieri mattina, non chiedetemi perché ma è perché insegnavo, dovevo andare da Levallois Perret à La Courneuve, che sono due posti a Nord di Parigi, uno che è un posto di ricchi che vota UMP e l’altro che è un posto di superpoveri che vota PCF, cioè il Partito Comunista che non è come votare la Federazione della Sinstra o votare Rifondazione e assolutamente non è come votare Sel, ma è come votare, concettualmente non programmaticamente, Partito Comunista – Sinistra Popolare (o come si chiama adesso) o il Partito Comunista dei Lavoratori o Sinistra Critica insomma: come votare consapevolmente per qualcosa di estremamente a sinistra. [Questa doveva essere un riga, vabbé].

Ieri mattina, e non chiedetemi davvero per quale motivo, questa volta, che sarebbe troppo lungo da spiegare, non avevo l’abbonamento della metro e non volevo comprare un biglietto perché sono di Genova, questo potete capirlo anche se non me lo chiedete. Allora visto che avevo un’ora e mezza di tempo per il trasbordo mi son detto “E se andassi a piedi?“.
Il mio iPhone diceva che ci avrei messo 2h20 ma io mi son detto: Ho il passo svelto e ce ne metterò di meno. Ho quindi iniziato a camminare al passo spedito di cui sopra, per questi posti che cominciano che sembrano Parigi e finivano che sembrano Budapest, fiancheggiando palazzi belli, medi e brutti, grandi centri commerciali (ma quanti Leclerc ci sono quassù!?), sfasciacarrozze e una quantità esagerata di poliziotti municipali che spiccavano contravvenzioni alle macchine in divieto di sosta. Arrivato a St.-Ouen, un’ora e venti di cammino dopo, ho capito che non ce l’avrei fatta e ho virato, un po’ deluso, per la basilica di St. Denis per prendere il tram, pagando quel biglietto che non volevo pagare e per sole cinque fermate di tram.

Ora, tralasciando il fatto che sono un po’ scemo e un po’ deficiente e che o si va fino in fondo oppure si rinuncia dall’inizio, volevo sottoporvi questa questione: da ieri sera ma soprattutto da stamattina sento i seguenti dolori: 1) le tibie, cioè: i muscoli che non so come si chiamino ma che stanno a destra e a sinistra della tibia rispettivamente nella gamba destra e sinistra; 2) il retro della coscia; 3) l’articolazione della gamba, cosa che mi fa pensare che un dì avrò le anche bioniche che già ebbe Giovannipaolosecondo.

Da un rapido studio del dossier su internet ho scoperto che la colpa non è della mia stoltezza ma del tallone: appoggio troppo il tallone e ho problemi di postura. In effetti, se guardate le mie scarpe (non fatelo, ma se le guardate…) scoprirete che il tallone è sempre un po’ troppo levigato. Ho deciso, dunque, che devo fare attenzione a come appoggio i piedi e adesso che ho tempo ho provato a camminare distribuendo il peso su tallone, alluce e quinto dito, come dice internet. Se non fosse che mi sento come se camminassi sulle uova, diciamo, o come se mi fossi cagato nelle mutande, è inutile girarci attorno.

Consigli? che si fa per correggere l’appoggio?

Detto questo: ieri ho parlato con una mia allieva che è appena tornata dal cammino di Santiago e ho anche pensato che potrei cominciare a fare marcia o camminate o boh. No?

Advertisements

24 pensieri su “La colpa del tallone

  1. Comprati le talonnettes (sì, quelle che aveva Sarkozy). Da decathlon costano una fesseria, attutiscono enormemente lo sforzo e sembrerai pure più alto!

    PS: ho capito che volevi far presto ma la comparazione tra il PCF e Sinistra Critica non regge per niente. Rifondazione sarebbe più appropriato, anche se vi sono molte differenze pure lì.

    1. Cioè, stai dandomi una scusa medica per mettermi i rialzi nelle scarpe!? Ah guarda, mi sembra un’ottima idea!

      P.S. Accolgo la critica, con l’aggravante che non sono neppure sicuro di ricordarmi quale fosse Sinistra Critica… Turigliatto? Chiedo venia e chino il capo

  2. Beh, teoricamente ci sono dei plantari ortopedici: si mettono nella scarpa a mo’ di soletta (e poi si possono togliere e lavare tutte le volte che vuoi, ovviamente), e ti correggono l’appoggio. Funzionano benissimo, son fatti apposta.
    Però costano un po’… okay che durano tanto, però costano un pochino.

      1. In teoria, ci son pure le vie di mezzo.
        Il vero plantare ortopedico viene fatto su misura dal medico, costa cento euro o più, e ovviamente è decisamente spropositato per la tua situazione.
        Poi ci sono i plantari ortopedici “meno impegnativi” che si comprano nei negozi che vendono articoli ortopedici (stampelle, scarpe comode per anziani, ecc.), e costano circa una ventina di euro. Ovviamente sono meno efficaci dei plantari fatti su misura dal medico, ma… nel tuo caso, bastano e avanzano!

  3. Suibhne come Achille, tre cose: 1. Mi hai fatto sorridere e ne avevo bisogno. 2. ho fatto mezzo cammino di santiago, solo 270km in 2 settimane. 3. anche io appoggio male e soprattutto dopo il cammino sono giunta alla conclusione che non c’e’ plantare che tenga, l’appoggio, come il cinismo, peggiora con l’eta’. 😉

  4. io struscio così tanto i piedi e cammino così tanto che ho sempre i tacchi delle scarpe (quelle basse of course) completamente consumati. ora mi sono comperata le shape ups e le utilizzo per fare walking un paio di volte la settimana. dolori o no camminare fa bene.
    piuttosto, simpatico vedere che lì i poveri votano il partito comunista qui se si bazzicano le periferie strapovere ( mi capita e mi è capitato durante periodo elettorale) vieni ricevuto con il saluto romano
    segno dei tempi?

    1. guarda, in realtà è più complicato ed è anche geografico… nel Nord ad esempio c’è un voto sottoproletario molto più spostato verso in FN, ma sono poveri francesi di origine francese o comunque europea mentre a La Courneuve non vota nessuno ma chi vota deve per forza votare a sinistra perché la destra li indica come colpevoli del male del mondo… ma è complesso e sto banalizzando e ora Arco mi bacchetta 😉

  5. Ti ci vuole il plantare ortopedico. Ma visto che sei genovese, te lo sconsiglio. E te lo dice una della provincia di Savona 😀

    La prossima volta pagati sto biglietto della metro e tieni in tasca i braccini corti.

    ciau ciau

  6. Certo che devi metterti a camminare! Camminare ogni volta che puoi, poi a Parigi ci sono tutti quei bei parchi! Ma soprattutto per spostarti quando hai il tempo di metterci del tempo. Qualsiasi sia il tuo appoggio, camminare fa bene, e i doloretti saranno perché sei poco allenato… Poi se hai voglia di spendere un po’ o di farti fare un regalo prova le MBT, quelle con la suola basculante, per la postura sono rivoluzionarie ( io so’ genovese ma pure spendacciona, dicono. Ma tutto relativamente, rispetto a certi spendaccioni romani sono assai oculata)

  7. A parte che, secondo me, i difetti di postura te li può correggere solo un ortopedico, magari anche attraverso esercizi specifici oppure prescrivendoti un plantare ad hoc io avrei fatto esattamente come te! E non sono neppure genovese. Pure io l’ho fatto mille volte di scegliere di camminare senza rendermi veramente conto della distanza. Ma poi, alla fine, non lo rinnego mai. E poi a me camminare piace da morire. Mi rilassa e mi dà la sensazione di conoscere un po’ di più i posti che attraverso. Noto particolari che da un finestrino di bus/tram non noterei mai. Camminando mi affeziono ai posti 🙂

  8. La prima volta che ho fatto il cammino di Santiago ho fatto “solo” 200 km e ho rischiato una tallonite. La seconda volta mi sono sforzato di camminare correttamente e ho fatto 350 km senza problemi. Te lo consiglio ma devi munirti di un buon paio di scarpe.

  9. mi sei troppo simpatico e anzi mi e’ simpatico il tuo modo di essere inteligente…a parte questo ti consiglio una seduta dall’osteopata che potrebbe raddrizzarti e di conseguenza farti camminare con l’appoggio giusto….e poi ci vuole un po’ di allenamento in piu’!….lo facciamo insieme il cammino di santiago?? 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...