L’Ometto che Viene dal Futuro, ovvero: La notizia che vi nascondo da tempo

Ero in un grande magazzino, ma sembrava più uno spaccio aziendale. C’erano vestiti appesi senza grazia come in un ipermercato cinese, molti maglioni con i bottoni sulle spalle che sono usciti fortunatamente di moda da tempo. Decido che è il caso che mi compri un maglione bianco, che vesto sempre di colori scuri che mi paiono più appropriati, ma perché no il bianco? Girando, però, mi rendo conto che sono maglioncini da bambini, da bambini appena nati e allora ne scelgo uno blu e bianco, da regalare a mio nipote.

Perché le notizie, oggi, sono due. La prima è che tra poco spedirò 4 pesanti pacchi a 4 commissarî che decideranno alcune cose riguardo al mio futuro, cose che potrebbero non avere alcuna influenza reale sugli eventi ma comunque… Da questo deriva il fatto che da oggi sono davvero in vacanza e che oggi posso cominciare a fare i regali, tutti i regali perché lunedì torno in Italia.

E poi ce la seconda notizia, che è la più importante e che è quella che vi tengo nascosta da tempo: ieri mattina alle cinque mia mamma mi ha mandato un sms per annunciarmi che era iniziato il travaglio e alle 7.34 mia sorella ha, con una certa pragmaticità e solerzia, consegnato all’Universo un nuovo essere umano che mi è nipote. Felice come quando il cuore è caldo e gli occhi luccicanti, sono andato a fare lezione alle giovani di un’agenzia di turismo di una comunità autonoma spagnola, quella più ricca, e mentre spiegavo i verbi irregolari, mi è arrivato un MMS da mio padre e l’ho visto.

La prima volta che ho visto mio nipote, ero sotto una bandiera striata gialla e rossa e ho condiviso gli occhi lucidi con una piccarda e una catalana, molto solidali e abbraccianti. Una nuova persona su questa terra, che secondo l’ecografia doveva somigliarmi ma che, secondo i primi accertamenti, condivide con me solo una rosa in testa e una parte del DNA.

Adesso, ancora gonfio di emozione, andrò a spedire i quattro pacchi di cui sopra e poi a comprare due regali all’Ometto Venuto dal Futuro, volevo prendere 1) un libro di ninnananne francesi ma mi hanno detto che cominciare coi libri a 2 giorni di nascita è esagerato, solo che io volevo prenderne uno col CD, così le sente e dorme! ma poi mi hanno detto che le ninnananne non hanno fatto mai dormire nessuno e mi hanno consigliato Yann Tiersen, che pare che sui bambini funzioni una favola; 2) un peluche, che possa tenerlo in cameretta finché non si vergognerà di chiamarla cameretta e di avere pupazzi e che possa dire, fino a quel giorno, “Questo me l’ha portato il mio zio di Parigi quando sono nato“.

Mi sono un po’ commosso a scrivere quest’ultima frase…

Annunci

19 pensieri su “L’Ometto che Viene dal Futuro, ovvero: La notizia che vi nascondo da tempo

  1. AUGURI DI CUORE! :-)))

    Sai cosa, però? Più che un peluche, io prenderei un pupazzettino di quelli di stoffa, per neonati. Oppure un peluche, se vuoi che ci giochi anche da grande; però io sapevo (da una amica che ha appena avuto un bimbo) che teoricamente i peluche-col-pelo non andrebbero messi nella culla del neonato finché è molto piccolo, perché pare che possa essere pericoloso per la respirazione. Boh?

    Vabbeh: sottigliezze a parte… AUGURI, auguroni di cuore! :-)))

    1. vero! Tati, nel senso di Jacques e non di tati! Quando avrà senso, gli regalerò il DVD e appena riuscirà a pronunciare le nasali mi farò anche chiamare tonton!

  2. tanti auguri, che bella notizia! sai cosa piace ai poppanti? quelle bestioline piatte, come una specie di fazzoletto di peluches che poi ha una testa di animale e ai quattro angoli delle zampette. uno schmusetuch animale. se lo vedi capisci cosa intendo.

  3. ma che bellissima notizia, auguri! 😀
    ok per Tiersen, basta che non sia uno degli ultimi cd, è passato al rock e alla sperimentazione elettronica. e sì, voto per il doudou, per i peluches hai tutta la vita! e in bocca al lupo per le paperasses, eh! un abbraccio e buone feste!

  4. Be’ fratellino..sei riuscito a farmi piangere..ho letto tutto anche all’ometto che ora dorme beato tra le braccia di suo papà.. Sarai uno zio speciale..
    Ti voglio bene..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...