Visto che Luisa non sa fare la polenta

Luisa non ha mai fatto la polenta. E se ne vanta. Io queste cose non le sopporto: io non ho mai fatto il mont blanc, non ho mai fatto il pollo tandoori, non ho mai fatto gli scialatielli, non ho mai fatto la zuppa di pesce e neppure il caciucco. Ma non me ne vanto. Non è che se tu non sai una cosa che consideri indecente te ne puoi vantare. Non è che se non hai mai visto il Grande Fratello, non sai chi è Valerio Scanu o non hai mai fatto la polenta puoi dirlo come se fosse una cosa per cui io dovrei dire “Cazzo, che figa lei”. Anche perché la polenta, Luisa, non è una cosa indecente che ti fanno mangiare i leghisti, ingenui, ignari e ignoranti. La polenta è fantastica e tu non lo sai.

Vabbè, tutto questo per dire che visto che la Luisa di Masterchef ieri sera mi ha fatto inalberare, io domenica farò la polenta, che tanto qui fa freddo e autunno. Contenti? Sabato pomeriggio cercherò la farina giusta, che se no mi criticano perché uso quella istantanea, e passerò la domenica mattina a fare il sugo che, a casa mia, si fa con la salsiccia, la salsa di pomodoro e i funghi che mio padre ha raccolto e mia madre essiccato. E spero ne avanzi di polenta, perché la polenta avanzata può essere passata al forno, ed è superba col formaggio, o fritta, ed è molto buona anche così. Che ne dite? suggerimenti? cose che potrei non sapere o potrei dimenticarmi domenica, quando farò la polenta?

Ad ogni modo, pregusto il sugo: lo farò cuocere tantissimo e la polenta sarà buonissima e pesantissima solo che, come al solito, dopo due ore sarà scomparsa perché la cosa fantastica della polenta, Luisa, è che ti sazia subito, ma è un’illusione e dopo hai più fame di prima.

Cioè, almeno io.

Annunci

30 pensieri su “Visto che Luisa non sa fare la polenta

      1. E ti diro’ di piu’: e’ la versione “lusso dei giorni nostri” del piu’ umile e povero “pica sö” (picchia su), che piu’ che un piatto era un triste rito delle famiglie povere. A turno, i membri della famiglia strisciano la loro fetta di polenta fredda contro un’unica acciuga comune che deve durare piu’ tempo possible. Va da se’ che non tutti potessero premere contro l’acciuga allo stesso modo.

  1. La Luisa è troppo sicura di sé da risultare antipatica, e i suoi piatti, buonissimi, per carità, ma sono sempre il luogo comune ca’ muzzarella n’ gopp.
    Detto questo, Suibhne, faccio le mie rimostranze perché alle soglie dei quaranta sono quasi presbite e la tua nuova veste grafica mi crea qualche problema di leggibilità. Si può schiarire un po’ il carattere? Mi sento egocentrica come la Luisa.

    1. come sarebbe schiarire il carattere? e soprattutto: quale nuova veste grafica? è sempre la stessa da quando sono su wordpress… sicura che sia solo presbiopia!?

      comunque sì, luogocomuneluisa!

      1. Ma veramente tu non hai fatto nulla?? Pazzesco, ieri a quest’ora il tuo blog era a sfondo nero, anche affascinante se vogliamo. Il post aveva un carattere colore grigio (davvero poco leggibile) mentre i commenti erano più bianchi e brillanti. Oh ho letto due post (come hai visto nei commenti) ed eri proprio tu!!! O.O

      1. certo che l’ho fatta! diverse volte e anche con funghi e salsiccia. adoro la polenta, anche se preferisco sempre la pizza (sono troppo terrona, agg’ pacienza!), mia madre fa un’ottima pizza di polenta con la salsiccia! 😀

  2. Hmmmm! Ottima idea. E se te la copiassi per la prossima fredda domenica svizzera?
    E se avanza in forno con tanto tanto formaggio…

  3. Se scopri dove trovare la farina VERA (non precotta) a Parigi fammi un fischio!!! Io ancora non l’ho trovata e la porto dall’Italia… (tanto per cambiare)

      1. guarda, noi ne abbiamo tre pacchetti intonsi, di farina da polenta bergamasca. Se vuoi te ne cediamo uno volentieri!! (non vorrei mai ne fossi traumatizzato!) (o organizziamo una polentata il primo weekend di dicembre?)
        – si lo so che da fuori poi sembra che casa nostra sia un rifugio antiatomico di cibi da montagna, e forse è vero…-

  4. Secondo me se cerci bene bene (anche in qualche negozio etnico) la farina di mais la dovresti trovare. Magari ne cerchi una abbastanza grossa. E magari trovi anche quella di grano saraceno che alla fine arriva dall’asia.
    Poi la fai con il formaggio e il burro direttamente nella pentola e così fai la Taragna.

    1. Sì sì, ma trovare si trova sicuramente… Bisogna cercare abbastanza, solo che non ne avevo voglia 😉

      Io però sono corrotto dal Mediterraneo e dall’Appennino quindi non la faccio col formaggio ma col sugo di carne, salsiccia e funghi. Se no con lo spezzatino di cinghiale, ma non esageriamo.

        1. io non mi sento affatto centritaliano, come ben sai gli unici confini che riconosco sono quelli linguistici dunque sono ligure e galloitalico. Detto questo : mi alletta la polenta al cavolo nero, mmmmmm

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...