Endogamia

Sono in coda da mezz’ora fuori dal Centre des Impôts del 13ème, il luogo che mi ha dato più dolori in questa seconda metà del 2011. Fuori, avete capito? Non sto facendo la coda per parlare con un crudele agente del fisco, sto facendo la coda per entrare in un edificio dove potrò prendere un biglietto che mi consentirà di parlarci, con quello là. Ci perderò la giornata, credo, ma che ci posso fare?

Allora mi guardo in giro e ascolto Melog. Guardo le persone in coda, quelle che si avvicinano incredule e guardano la coda e chiedono informazioni. È proprio facendo questo che ho notato un fenomeno strano, che non so come definire: in questo quartiere colorato, le persone domandano sempre a persone che fanno parte del loro gruppo. Se si avvicina un cinese, ad esempio, chiederà a un cinese se tutta quella coda è solo per entrare. Se si avvicina un subsahariano o un nordafricano, chiederà a un subsahariano o a un nordafricano.

Se si avvicina un giovane, invece, chiede a me che, anche se faccio di tutto per sembrare scortese e ostile, sono l’unico giovane in fila.

Advertisements

5 pensieri su “Endogamia

  1. Ecco, proprio oggi una signora 50enne che potremmo definire di tipo caucasico ha chiesto informazioni ad un giovane nordafricano seduto accanto a me in attesa dell’RER, ora di punta pomeridiana, binario affollato. mah?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...