Della relativa ignoranza dei francesi di fronte alla salvia

Secondo taluni mi sbaglio, ma secondo me qui a Parigi la salvia è rara. Da Carrefour non si trova, né fresca né secca e liofilizzata nei barattoli di spezie. Si trova al mercato, ma sta là, buttata con la tipica brutalità dei verdurai, senza che i clienti dimostrino particolare interesse. Non riesco a capire per quale motivo, ma la salvia non si trova neanche nei menù, nelle ricette, da nessuna parte. Se ne fottono, diciamo, della salvia. Quindi niente carne all’uccelletto, niente salvia fritta in pastella, niente acqua e salvia quando hai mangiato troppo, e niente burro e salvia.

Però l’altra sera si aveva proprio voglia di burro e salvia e dunque, visto che si passava dalle parti della Grande Epicerie ho preso un buon burro e un bouquet di foglie di salvia, annusandole rapito e melancolico. Ho cercato il prezzo ma ohibò non l’ho trovato: c’era quello del rosmarino, del dannato aneto, del prezzemolo, dello stomachevole dragoncello, ma non c’era la sauge. Ho dedotto fosse compresa nella voce herbes aromatiques e sono andato alla cassa, con il mio mazzetto in mano e deglutendo che in certi posti non si sa mai quanto ti possano far pagare le cose semplici. E infatti, giunto lì, la cassiera mi ha guardato tra il perplesso, l’inquieto e l’infastidito. Poi ho notato che si era messa a deglutire lei per poi dire, timorosa :

– Mi scusi… cosa è questa cosa?

Ho strabuzzato gli occhi e ho eruttato sconvolto Ma è salvia! e lei, ridacchiando: Ah, è questa la salvia? E mi ha fatto pagare un euro e cinque centesimi. Cioè, sono solo io che sovrainterpreto l’importanza della salvia nella vita delle persone e che mi scandalizzo se una che fa la commessa in un posto fighetto di cibi fighetti non la riconosce?

No perché, ditemelo nel caso…

Advertisements

17 pensieri su “Della relativa ignoranza dei francesi di fronte alla salvia

  1. La salvia è una pianta mediterranea e, quindi, che non sia nota ai francesi mi pare un po’ grave… Inoltre la salvia rientra tra le componenti delle erbe provenzali, e questo rende oltremodo grave il fatto che in Francia paiano ignorarla. Sono strani i francesi mica tu!

    1. sì, ma da qui il Mediterraneo è effettivamente lontano e la Provenza è una cosa strana messa là giù… forse a Marsiglia la situazione sarebbe diversa, non ci avevo pensato…

  2. Ecco, nella famiglia di mio marito la salvia si conosce e usa, ma hanno origini provenzali. Qui ho trovato i vasetti da Monoprix, al mercato rionale ogni tanto e da Truffault e adesso me la coltivo in vaso sul balcone. Problema risolto: burro e salvia, soupe à l’ail et sauge, involtini e verdure… a volontà.

      1. Da quanto ho capito è simile alla tua “acqua e salvia” perchè mia suocera ce la fa alposto della cena quando ci capita di fare pranzi luculliani 😉 Fai bollire abbondante acqua con dentro alcuni spicchi d’aglio in camicia e qualche foglia di salvia. Servi con una giratina di sale e pepe e un goccio d’olio d’oliva, a piacere. Decisamente diuretico 😉

  3. Che voglia di burro e salvia che mi hai fatto venire.
    La salvia fritta in pastella, invece, non la conoscevo. Ora vado ad informarmi! (e a cercare la salvia al mercato)

  4. anche noi abbiamo trovato la salvia al monoprix, in vasetto, nella sezione, vasetti di spezie ‘su’: Che se no i pizzoccheri come si possono fare? Sai, visto la tipica cucina francese che facciamo noi….

    1. sai che io i pizzoccheri li ho sempre mangiati in situazioni estreme? nel senso di estremamente poco congeniali, tipo alla mensa in Statale o uscite da buste di surgelati… dovrei provarli fatti come si deve, una volta o l’altra…

      1. pizzoccheri surgelati? brr….. invece c’erano dei pizzoccheri molto degni ad uno stand della festa di liberazione a milano, al pala(fu)trussardi. Comunque, noi ogni inverno se ne importa uno sproposito di pacchi – si farà sicuramente la serata pizzoccheri! (non che io sia un’esperta, ma da bimba ogni sabato al supermercato incrociavo tutte le settimane i pompieri che facevano la spesa e si prendevano sempre scatoloni di pizzoccheri.. l’eventi mi ha un po’ traviato, credo).

  5. Questo tipo di ignoranza a Parigi la noto spesso, è pieno di gente che vende prodotti che non conosce, e per me la cosa è inconcepibile.
    No, non sei tu che sovrainterpreti l’importanza della salvia nella vita delle persone, sono loro che non hanno mai mangiato la focaccia con la salvia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...