Tradire la patria

Ero in un ufficio pubblico francese e parlavo con rilassatezza con una funzionaria francese. Ad un certo punto sento una porta che si apre alle mie spalle, mi giro e vedo che è entrato un cinquantenne con una chierica sguarnita di capelli grigi e un golfino beige. Sta scuotendo la testa e ha la faccia tra il furente e il deluso. – No! Non è possibile! – grida lui – Il Consolato non vuole! Poi faccia come vuole lei, ma noi vorremmo che lei avesse solo dei rapporti con l’AIRE! – In pratica ero di fronte allo Stato Italiano che mi faceva una scenata perché lo tradivo con la République Française. Io ero molto inquieto e tra me e me temevo che alla fine mi avrebbero tolto CAF, l’Assurance Maladie e ogni altro diritto.

Poi mi sono svegliato, erano le 6.50 e ho fatto fatica a riaddormentarmi.

Insomma, ho sognato che l’Italia mi considera un traditore perché me la faccio con la Francia. Non riesco neppure a immaginare cosa succederà nel mio inconscio stanotte, visto che mi sono iscritto alla Fédération Française de Cuisine Amateur, gruppo di iniziati che ignora gli olî vegetali e cosparge grassi animali su qualsiasi, qualsiasi cosa.

Advertisements

17 pensieri su “Tradire la patria

  1. Ti dice bene che non sei in Danimarca, altro che.. Ho letto un paio d’ore fa sullo Spiegel on line che là, da oggi, è in vigore una tassa sui grassi! Scene da panico, la gggggente che ha fatto man bassa di burro da stivare nei surgelatori in vista del futuro.

    Per il resto, poi, non mi farei troppi problemi.
    On s’en fout de nous, en Italie.

  2. sensi di colpa di un emigrato? 😉
    faccio parte anch’io della federazione! è per loro che ho fatto la lezione di cucina italiana nel 15esimo, presto forse ne farò un’altra… 🙂

  3. Doveva essere sera. Io ho sognato che la Pimpa iniziava a parlare, facendo subito frasi perfette e lunghissime, e ci diceva che potevamo anche uscire tranquillamente lasciarla li’, che si sarebbe comportata bene, basta le dicessimo dove poteva sedersi. Era un sogno, infatti :P.

    1. sai cosa? secondo me non era un sogno, è solo che tu le leggi nel pensiero e lei pensa esattamente quello che ti ha detto! Quindi sì: lasciala sola in casa, si troverà bene!

      😉

    1. che poi diciamoci la verità: qualcuno non compra la Nutella perché c’è la tassa sui grassi? A meno che non sia una tassa sui grassi, intesi come persone grasse, a quel punto invece…

    1. guarda: sì. Però anche no, a volte l’olio d’oliva è troppo o sbagliato. Tipo se salti delle verdure in un wok per poi metterci salsa di soia e nouilles cinesi, coprirebbe il sapore! Oppure se fai un risotto: ce lo vogliamo mettere il burro, nel risotto?

      1. Ti do ragione. Nel risotto ci va il burro! non è detto che bisogna per forza cucinare tutto con l’olio, per esempio io negli spinaci lessati una nocciolina di burro ce la metto, li trovo divini così…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...