Il peso dell’Invicta e degli Eventi, ovvero: Perché non saprete più nulla di certe cose

«Scusi prof, ma lei è italiaaano?». Detto proprio così, in italiano e con strascinatissima cadenza insubre. Beh sì, signorina, la ringrazio per aver fatto finta che non si senta, dico mentre un brivido mi percorre la schiena perché non ho mai insegnato in Italia e mi hanno sempre chiamato Monsieur ma è Prof quello che mi riporta scolaro alle medie, con lo zaino Invicta e mi spaesa e mi mette il peso degli Eventi sulle spalle.
Faccio le domande che i professori devono fare a chi sta facendo un periodo di studi all’estero, chiedo E la tesi? Beh, solite cose. La congedo, perché se dico che facciamo una pausa di un quarto d’ora è perché voglio prendere un caffè e, mentre scendo le scale verso l’atrio, penso che quest’anno non vi scriverò niente sul corso che tengo, perché la gente googla un sacco. E farò anche sparire qualche parola riconoscibile nei post scorsi, mi sa.

Ma poi si dice prof anche all’Università, al giorno d’oggi!?

Advertisements

18 pensieri su “Il peso dell’Invicta e degli Eventi, ovvero: Perché non saprete più nulla di certe cose

  1. Io non ho mai più detto “prof” dopo la maturità, né a Genova né a Berlino. Non riesco a immaginarmi di dire “prof” – o ancora peggio “proffe” – a un docente universitario, mi sembrerebbe di essere in una fiction di mediaset dove tutti parlano con l’accento romano.

  2. Quando ero a Venezia nessuno chiamava “Prof” un docente con lui/lei presente. E la cosa mi ha abbastanza sconvolto quando sono arrivato a Milano, mi sembravano tutti cafoni all’inizio. Ora mi ci sono abituato.

  3. Che buffo, non avevo percepito che intendevi prof. come diminutivo troppo amichevole. Perchè a confronto coll’abitudine francesi di chiamarmi Madame Prof mi sembra ipergentile e rispettoso. E’ del tutto culturale ma devo ammettere, a me sentirmi chiamare madame invece che prof mi offende sempre un po’.

  4. Certo che da noi non si dice “prof” all’Università, belin, ci mancherebbe altro!
    Mi sa che siamo tornati tutti all’ovile (leggi: davanti alla tastiera :-D)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...