Quella mattina in cui Patty Hewes mi ha mollato via SMS

Ricorderete quando ho dato lezione a Patty Hewes: mi avevano cercato d’urgenza per dare dieci ore di lezione in cinque giorni a una avvocatessa rampante, a fine luglio. Io avevo accettato, avevamo fatto una lezione, poi alla seconda si era presentata con la sorella gravida e inopportuna verso la quale aveva ostilità malcelata. Lo ricordate sicuramente, è una storia che vi ha appassionato molto, all’epoca, e vi eravate dimostrati curiosi, morbosi e fantasiosi come scimmie.

Bene, da due giorni questo post è sommerso da I like impertinenti da non meglio precisate persone. E’ per questo motivo che stamattina mi son detto, Toh! Bisogna riprendere le lezioni con l’avvocatessa! L’ho chiamata, dunque, e c’era la segreteria che è quello che mi aspettavo. Ho detto le mie due cose, che volevo sapere quando potevamo riprendere le lezioni e che, nel caso, mi facesse sapere al mio numero che ho ripetuto lentamente due volte. Poi è arrivato il gardien del palazzo, ha trafficato un po’ in bagno cercando di provare che sono il colpevole dell’allagamento della casa di quella di sotto (ma no, non sono io e ogni evidenza lo esclude, arrendetevi) e non ci ho più pensato. Quando se n’è andato ho guardato il cellulare e c’era un SMS. Da parte di Patty Hewes che mi dice così (ve lo riporto con fedeltà filologica):

 

Buongiorno, sn* Patty
Hewes ,
mi dispiace ma
non posso dar
seguito e seguire
altre lezioni ,
Ho una
rentrée molto
impegnativa e non ho
disponibilità !
Buona giornata

* Scrivo sn per sono perché lei ha scritto c per c’est

Dunque. Per SMS? Neanche una telefonata? Mi è venuto il dubbio che abbia potuto leggere il post ed essersi offesa, aver raccontato la vicenda ai suoi amici che la odiano e hanno sommerso di I like il post ma no: il suo italiano era un po’ rudimentale e non avrebbe capito niente. Quindi niente, mi ha mollato così per SMS. Mi spiace, perché mi era simpatica. Tonta, ma simpatica. E niente, queste sei ore di lezione in cui avrebbe imparato il verbo andare non le faremo mai. Insomma, son un po’ giù.

Non so se sono arrabbiato, ma credo di no. Deluso, ecco. Deluso. Per SMS. Ma vi pare? e con le abbreviazioni, come Riotta o un adolescente!?

Annunci

5 pensieri su “Quella mattina in cui Patty Hewes mi ha mollato via SMS

  1. avrebbe potuto fare peggio: chiederti diverse volte di chiamarla perché lei “si dimentica”, ogni volta dire “non so, ci sentiamo la settimana prossima”, infine dire “la richiamo la settimana prossima e prendiamo un appuntamento per venerdì o lunedì” e non richiamarti mai più.
    così ha fatto il mio avvocato da un milione di dollari.

  2. Hai provato a vedere come translae.google.com traduce quel post…? Non si sa mai, potrebbe aver capito. Io, del resto, so di avere un pesante bias nelle mie opinioni sulle persone perche’ sono paranoico. Ma dacci un’occhio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...