Troppo in fretta e poi perché, ovvero: A lezione con Patty Hewes

Qualche giorno fa prendevo l’ascensore di Castelletto (quello con cui Caproni voleva andare in Paradiso e quello che costa 80 centesimi, vale a dire molto meno di quel tutto che chiedeva Gesù per andarci effettivamente!), quindi un autobus mignon che dalla Spianata porta a una scala ripida che porta a una creuza (quella che, fosse stata de mä, sarebbe stata di De André ma che in questo caso porta al Seminario), a una salita ripida che porta a casa di mio zio. Mentre mi chiedevo se la casa che conosco da trentadue anni fosse salendo a destra o scendendo a sinistra (e prima di fare la scelta sbagliata) il cellulare ha trillato ed è esploso un SMS: chiamare URGENTEMENTE Gaston al numero tal dei tali per uno stage.

Ho chiamato e Gaston voleva farmi la seguente proposta: dieci ore di lezione nel mese di luglio per una stagiaire completamente ignorante ma che fa un lavoro assai rispettabile nell’8eme. Ho accettato subito, che a luglio non si batte chiodo, ho spostato di una settimana la possibilità di un’isola di vacanza e bon, son andato da mio zio.

Oggi l’ho sentita per telefono e vi assicuro, finirà male. E’ di una antipatia palpabile, scostante, rigida e acida peggio di Christelle, la mère au foyer originaria di Brive che ha vinto stasera Un dîner presque parfait in coppia con quel tipo bislacco che vive in un castello. Voi non la conoscete, ma era odiosa. La mia nuova studentessa (che ha un nome che non scrivo perché, ragazzi miei, ci vuole coraggio a portarlo ma ci vuole niente a trovarsi se ci si googla, vi basti sapere che è il nome di una vincitrice della Talpa), non vuole fare lezione in ufficio, come di solito si fa in questi casi, ma mi ha chiesto di farlo nella sede di una società dal nome acrostico e che si trova nel 17e, quasi a Levallois. Dunque, ricapitolate con me e spiegatemi: perché una ricca e odiosa Patty Hewes vuole imparare l’italiano? perchè, soprattutto, vuole farlo in 10 ore, spalmate tra il 13 e il 20 luglio e il 14 è festa e sabato e domenica non si lavora? e, ancor più soprattutto, lontana dal proprio luogo di lavoro e in un ufficio anonimo di una società che secondo me è falsa (ho chiamato colui che gestisce gli spazi ed era chiaramente un prestanome, e presta pure un nome assurdo, che pare la sigla di Bia, la sfida della magia)?

Ho fatto delle ipotesi, voi fatemi le voste: Dovrà inchiodare in tribunale un boss della mafia e immagina un’arringa che culmini in una tirata in italiano che la impaurisca e lo faccia confessare? Vorrà leggere Machiavelli nel mese di agosto e crede che non servirà poi tutto ‘sto tempo per imparare l’italiano? Dovrà andare in vacanza in Italia e vorrà ordinare in lingua originale spaghetti bolognaise e pizza amore? Bah, non so. So che finirà male e che domani finiremo a tirarci i capelli.

Però mi piace quando scrivo post in cui coesistono Giorgio Caproni, la Talpa e Glenn Close.

Advertisements

8 pensieri su “Troppo in fretta e poi perché, ovvero: A lezione con Patty Hewes

  1. Donna in carriera benestante prende in incognito e-troppo- rapidamente lezioni di italiano a Parigi. O c’e’ di mezzo un uomo o una promozione/cambio di lavoro. O entrambi. Ad ogni modo , hai abbastanza materiale per farci leggere un gran feuilleton estivo. O spedire l’idea a Woody Allen 😉

    1. quoto la vacanza in Italia, dal 21/7, dove si dimenticherà il suo lavoro “rispettabile” e darà sfogo alle sue voglie….non necessariamente culinarie.

  2. La domanda che mi sto ponendo (tu però conosci già la risposta perché sono arrivata tardi, ora è già il 15!) è: cosa vorrà veramente imparare in Italiano?
    Le solite cose o cose più specifiche?

    Lontana dal suo ufficio perché non vuole che i suoi colleghi sappiano che tenterà di porcheggiare in Italia? O ci nasconde qualcosa di più interessante?

    Vogliamo sapere tutto, altro che Damages, qui vogliamo i dettagli di come l’hai presa a pesci in faccia! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...