Grande truffa alla corte di Francia, beh all’incirca. Ovvero: Postumi da X Factor

Sono molto di corsa perché ho molte cose da fare, in questi giorni, e non ve le sto raccontando come meritano. Tenete a mente solo questi elementi, che forse nel week end vi racconto come si vanno a collocare nella mia vita balera: 1) Villepinte, un pappagallo, un marsigliese che ricorda un ricercato per violenze su minori e il Bac; 2) quattro schede elettorali di quattro colori diversi, da spedire per posta prioritaria; 3) le frittelle di mele e il latte di cocco.

Invece vi voglio dire una cosa, perché so che ci tenete: hanno eliminato il mio caffettiere da X Factor. Lo so, è doloroso. Hanno cantato malissimo, quasi sempre, e quindi non è che la cosa possa dispiacere più di tanto, considerando anche il fatto che sono andati al ballottaggio con il maggior candidato alla vittoria finale. Non si dispiace nessuno dunque, a parte i cinque componenti del gruppo e le loro famiglie (tra cui una italiana, una irlandese, una nordafricana e quella del mio caffettiere, che ha dichiarato piangente che partecipare a X Factor è la prima cosa che ha reso suo padre fiero di lui, quanta tristezza, quanta!). Se non fosse che è stato un complotto e allora cambia tutto!

Alcuni telespettatori, infatti, hanno protestato perché, pur avendo votato i 2nde Nature hanno ricevuto un SMS di conferma che diceva “Grazie, eh! grazie per aver votato Sarah Manesse!”, vale a dire un’altra partecipante molto odiosa e molto odiata nel gruppo di ascolto italo-blogger (soprattutto da qualcuno), una cantante dalla voce singolarmente simile al kazoo di Bennato in Sono solo canzonette.

Se fosse successo a me, a Umberto Tozzi o ad Angela Cavanga avremmo a lungo cavalcato la polemica. E’ un’indecenza, una truffa, uno scandalo! Però M6 e maître Notaio hanno spiegato l’inghippo: c’è stato un errore relativo a 60 voti che sono stati annullati e ri-attribuiti ai 2nde Nature ma ciononostante hanno perso, quindi basta. Il gruppo, nella persona del mio caffettiere che era diventato leader grazie al fatto che sapeva sia leggere che scrivere, ha dichiarato che non c’è alcuna polemica e che capiscono le spiegazioni della produzione e che comunque meritavano di uscire.

Ad ogni modo, tutto questo rilancia una domanda che serpeggiava già martedì sera, tra il gruppo di ascolto italo-blogger di X Factor: ma quanta gente vota a X Factor? ce lo potete dire, una volta o l’altra, caro maître Notaio? perché se per sessanta voti scoppia tutto ‘sto casino (beh, insomma… ‘sto casinetto, perché non è che si parla tanto di X Factor, qui, che si deve parlare di DSK) quanti possono essere i voti totali? mille? meno di mille?

Secondo me vota pochissima gente, davvero poca, e quindi ogni voto conta, un po’ come nella contea di Tallahassee nel 2000. Vi è venuta voglia di votare, martedì prossimo?

Advertisements

6 pensieri su “Grande truffa alla corte di Francia, beh all’incirca. Ovvero: Postumi da X Factor

  1. io torno quattordicenne e voto, voto. Ho già pronto l’sms 🙂
    ma qualcuno l’ha detto a Francesca che Sarah Manesse è protetta dall’alto????

    (se e quando il caffettiere torna alla bnf, pero’ d’obbligo che ce lo dici e lo si va a trovare)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...