La fine della capra testona, ovvero: In giro per biblioteche, tra 13eme e 14eme

Gli orari delle biblioteche francesi rispondono a leggi imperscrutabili. Appreso che sono sempre chiuse il lunedì, talune fan quel che vogliono anche il giovedì e pure durante la settimana. Oggi è giovedì, dannazione, e dovevo aspettarmelo: ogni biblioteca comunale faceva i suoi porci comodi. Ma si vada per ordine, su.

Stamattina dovevo andare in banca, avenue du Géneral Leclerc, nel 14eme, tra Denfert (il leone e le catacombe) e Alésia, e stasera dovrò insegnare a una nuova signora, a Clichy. Pensavo di fare un ponte di biblioteca, tra l’uno e l’altro evento, e mi ero ben informato: c’era una biblioteca municipale poco lontano, bastava fare tutta rue Daguerre, evitare di comprare mozzarelle di bufala e altre leccornie nello splendido mercatino gastronomico, girare a sinistra in rue Gassendi e, dopo poco, voilà la Bibliothèque Georges Brassens. Sì, Georges Brassens il cantante. Solo che era chiusa, apriva all’una, e dunque sacramento e proseguo fino al numero 80 di avenue du Maine dove si trova la bibliothèque Vandamme. Vandamme!? Sì, Vandamme. Solo che non credo sia quel Vandamme. Scendo in questo incredibile sottoscala che il comune ha adibito a biblioteca e mi siedo al buio a leggere le meravigliose vicende di Guillaume Budé.

Solo che quella biblioteca è una specie di porto di mare a causa del gentilissimo bibliotecario: lui si intrattiene con ogni cliente, chiede cosa vogliono, si è mette addirittura a fare una ricerca su Amazon per una signora un po’ perplessa, perché voleva assolutamente spiegarle come poteva ottenere il libro che lei voleva e che in quel sottoscala, ahimé, non c’era “Costa solo 15 euro, signora!”. L’altro bibliotecario, invece, era un ragazzino che pareva uscito da una videoteca degli anni Ottanta: emanava sfiga e gioventù spesa male, aveva occhiali spessi e ho avuto più volte la sensazione che mi fissasse la nuca. Inquietante. E come se non bastasse c’era la musica in filodiffusione, come negli ascensori dei grandi alberghi o nelle salette lounge degli aeroporti.

Ho abbandonato Vandamme, svicolato la gare Montparnasse, salutato il compagno Jean Moulin e il suo museo, che mi son ripromesso di visitare al più presto, preso il 91 e son tornato nella biblioteca di Port Royal, vicino al mio mercato sabatale e a casa mia. Di solito è silenziosa e il giovedì dovrebbe aprire alle 14. Arrivo alle 13.50 ed è già aperta, son dunque molto contento e inizio a leggere cose solluccheranti proprio, a candidarmi per cose varie e a riflettere su tutto questo. Ed è in questo preciso momento che è arrivata una classe elementare, si son posizionati vicino a me e la maestra ha iniziato a mostrar diapositive e a raccontar favole.

Diapositive e favole. Credo che oggi non sia giornata, proprio no, e credo che mollerò le biblioteche e andrò a Clichy: arriverò in grande anticipo ma ne approfitterò per perlustrare la zona. Favole! Però ho imparato alcune parole, perché la maestra chiede sempre “sapete che vuol dire paillasse?” e non lo sa mai nessuno. Adesso aspetto di capire che fine farà la capra testona (“Sapete cosa vuol dire têtu, bambini, vuol dire avere un’idea fissa in testa e non voler cambiare mai idea! è un difetto, ma a volte è anche un pregio…“) e poi vado, facciamo così.

Annunci

13 pensieri su “La fine della capra testona, ovvero: In giro per biblioteche, tra 13eme e 14eme

  1. Devo smetterla di fare il correttore di bozze. Dénfert sarà Denfert, penso, e sarebbe una svista. Come “compare” per “comprare”. Ma Georges senza s due volte, quasi Brassens fosse un anglosassone! Mi toccherà rileggere tutto il post domani, perché ora ero troppo sconvolto e non ho capito niente.

  2. Ci sono biblioeche in Suddeutschland che sono aperte anche di notte.Normalmente a Berlino le biblioeche sono aperte fino alle 22;00 alcune fino alle 00;00 e altre anche il sabato e la domenica.Trovo scandaloso che in Italia l´orario delle biblioteche sia cosi´corto. Sarebbe bello andare di notte in biblioteca, o invitare qualcuno in una notte insonne.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...