Per andare dove dobbiamo andare

Solo per segnalarvi i voli imprevedibili e le ascese velocissime, le traiettorie impercettibili e i codici di geometrie esistenziali che si riescono a fare quando si deve rispondere necessariamente in tre righe a una risposta che ne richiede soltanto una:

« La madre dà la definizione di un terreno come una sostanza umida di colore marrone, sul quello c’era la vegetazione e dove correvano i bambini e gli animali. Dà questa definizione perché la bimba non capisce cos’è un prato. Dunque lei ha risposto che è una distesa di verde e di terreno. Ma la bimba non sa cos’è un terreno dunque sua madre ha finito per dire questa definizione »

Advertisements

3 pensieri su “Per andare dove dobbiamo andare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...