L’eroe dei due mondi

Io non so se sia così anche per i bambini di oggi, ma ai tempi miei Garibaldi fu ferito. Nel senso che era una canzone che si cantava da bambini e che mi faceva impazzire: Garibaldi fu ferito, Garabalda fa farata, Ghiribildi fi firiti eccetera, assai prima di Bi-a, bi-e, ba-be, bi-e-i, ba-be-bi, bi-e-o, ba-be-bi-bo, bi-e-u bibabedibobu-ù! “Come si canta Garibaldi fu ferito con la z, mamma?” “Non si può, si può solo con le vocali” mi ha risposto, e fu così che imparai la differenza tra vocale e consonante. Era anche prima di due bei Garibaldi canori, cioè quello innamorato di Sergio Caputo, che fissa il mare, non beve più marsala, è inquieto e vorrebbe tornare in Italia, e quello ska che è tornato nella canzone degli Statuto e che avrebbe riallacciato lo Stivale e fatto un culo come un paiolo a Craxi, Bossi e alla mafia (le tre gambe dell’attuale maggioranza, tra l’altro).

Ad ogni modo, ieri ho scoperto che Garibaldi è ancora effettivamente eroe dei Due Mondi, di quello Vecchio e di quello Nuovo, perché ho scoperto che i bambini brasiliani cantano Garibaldi foi a missa, cioè la nostra canzoncina infantile, con la sola differenza che invece di esser azzoppato in Aspromonte, “va a messa”. Cosa che Garibaldi non faceva, ricordiamo. Ad ogni modo, io non so il portoghese ma vi posto il testo, così magari se ci si mette tutti assieme (tutti uniti!) si capisce che vuol dire:

Garibaldi foi à missa
À cavalo sem esporas
O cavalo tropeçou
Garibaldi pulou fora

E viva Garibaldi
E Vitor Manoel
Comendo macarrão
Embrulhado num papel

O Rivone foi à missa
Num cavalo de corrida
Disparou logo na frente
Caiu logo de saída

E viva o Rivone
E toda macacada
Entrou nesse palpite
E acertou na cuculacha

Allora, l’inizio mi pare chiaro: Garibaldi va a messa a cavallo, il cavallo si imbizzarrice e lui cade. Rimane, diremmo, l’idea di un Garibaldi ferito, anche se cambia il motivo. Quindi si dice: Viva Garibaldi e Vittorio Emanuele (vabbé…) che mangiano maccheroni avvolti nella carta? può essere? perché se mi dite che 1) macarrão non sono maccheroni e soprattutto 2) non li mangiano nella carta io son più contento. Poi arrivano i dubbi, derivanti da una duplice ignoranza: non ho idea chi sia Rivone né se effettivamente sia una persona. Ad ogni modo, forse Rivone è andato a messa su un cavallo da corsa (?) ha sparato in fronte (oppure è stato colpito lui? o il cavallo?) ed è caduto? Che un lusofono mi dia una risposta. La conclusione è trionfale: Viva ‘sto Rivone con tutti i macachi (?), è entrato chissà dove e ha accoppato uno – questa la so! – scarafaggio (come La cucaracha, vorrei ben sperare…).

Ecco, questo perché è il 17 marzo e viva l’Italia e viva la Repubblica.

Annunci

8 pensieri su “L’eroe dei due mondi

  1. Intanto cade perchè era senza speroni (À cavalo sem esporas)

    Comendo macarrão
    Embrulhado num papel

    Mangiando pasta avvolta nella carta (ehhhh già)

    E sto Rivone è andato alla messa su un cavallo da corsa ma gli spararono in fronte e lui è morto (a questo punto meglio la gamba)

    palpite è indovinello ma non ho capito che c’entra con le scimmie

    O.o

    1. oh, grazie! ma palpite non potrebbe essere il pulpito? mi è venuto in mente oggi… qualcosa del tipo: “Rivone e i macachi son saliti sul pulpito – visto che siamo in chiesa – e hanno schiacciato uno scarafaggio”…

      ah, come invidio i lusofoni… ma un giorno vi raggiungerò, un giorno…

  2. Ma non è che il cavallo di Garibaldi era in realtà l’asino, che Garibaldi aveva battezzato Pionono?
    Perché se era l’asino Pionono, ci credo che poi si imbizzarriva quando Garibaldi (evidentemente impazzito) cercava di trascinarlo a Messa 😀

    Ma perché Garibaldi avrebbe dovuto andare a Messa con Pionono?
    Ho un’altra chiave di lettura. Secondo me, i maccheroni avvolti nella carta in realtà sono qualcosa tipo le canne: cioè, Garibaldi era sotto l’effetto di sostanze stupefacenti, e quindi aveva inspiegabilmente deciso di andare a Messa. E poi cade e fu ferito.
    Vedi che i conti tornano?

  3. io volevo solo dire che mio nonno, morto pochi anni fa, si chiamava ASPROMONTE proprio in onore di Garibaldi…..ed era un grande nonno….:-(

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...