Bambini che da grandi saranno ingegneri

Sul tram 3, passiamo vicino alla Cité Universitaire. Io mi faccio i fatti miei e ascolto una mamma che cerca di spiegare cose a un bambino di forse ott’anni:

Mamma: Vedi, questa è la Cité Universitaire. Ci abitano gli stranieri che vengono a studiare in Francia…
Bambino: Ah, e perché stanno tutti qui? li prendono in giro?
Mamma: No… è che non hanno una casa e quindi…
Bambino: Eh, ma che case piccole, scusa!
Mamma: Ma no…
Bambino: Scusa, ma lì c’è scritto Maison des Provinces de Frances e tu mi hai detto che era per gli stranieri!
Mamma: Beh, quella è per chi abita nelle altre regioni e vengono a studiare a Parigi… i borgognoni, quelli del Sud… Vedi, hanno anche un ristorante!
Bambino: Sarà solo un self service!
Mamma: E c’è anche una piscina!
Bambino: Sarà una piscina piccolissima.
Mamma: Sediamoci, dai.
Bambino: OK.

Annunci

7 pensieri su “Bambini che da grandi saranno ingegneri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...