La mia natura repressa di travet, ovvero: Come votare suibhne miglior blog del creato

Io ho un rapporto conflittuale con la Pubblica Amministrazione. Quando un ufficio mi manda una lettera per avere una ulteriore informazione sul mio conto, dopo avermene già chieste tantissime crollo nella desolazione più assoluta e – diciamolo pure – nel panico: se avessi compilato qualcosa male? mi commineranno sanzioni pecuniarie o mi condanneranno addirittura alla pena della reclusione? (sia chiaro: questa cosa capita solo in Francia perché nessun ufficio italiano mi ha mai richiesto – né concesso – niente). D’altra parte, ed è qui il bislacco!, provo un piacere sottile a compilare moduli, a barrare le voci non richieste, a firmare e a produrre certificati in triplice copia.

Perché questo accada, miei cari, non so ma oggi mi sono alzato con l’angoscia di dovermi relazionare con l’Assurance Maladie, l’Urssaf, l’Agenzia delle Entrate, la Caf, la mairie du 13e e – ansia! – pure col Comune di Genova. Poi mi son seduto al nuovo tavolo in camera con il computer, una tazza di tè e svariate cartelline cominciando a compilar moduli, dichiarar fatture, pagar contributi, telefonar a comuni, chiamar consolati, mobilitar genitrici sul territorio patrio e mi è tornato il sorriso perché, in fin dei conti, nell’animo sono un travet, un burocrate e, se proprio vogliamo dare una qualche crudele epicità alla mia persona, un boiardo.

Ad ogni modo, questa duplice anima, sospesa tra il notaio Marco Marzocca e Joseph K., mi ha impedito di fare qualcosa quando la settimana scorsa una tal Valerie, redattrice del sito di lingue&affini Lexiophiles, mi ha scritto informandomi che qualcuno aveva fatto il mio nome per «the best blog of the X11 Top 100 International eXchange and eXperience (also known as IX) blog competition». Ma va’! – mi son detto – chi se ne frega! – mi son ripetuto. Ho ringraziato mentalmente chi mi ha segnalato (che si delurki!) e ho cancellato la mail. Poi oggi Valerie mi ha riscritto per dirmi che il blog era tra i 171 blog votabili sul sito e mi sono detto che, a questo punto, voglio essere almeno tra i primi cento se no la storia perde di interesse. Se dico “Pensa, non mi sono neanche iscritto e sono arrivato tra i primi cento!” ha senso e può generare dei “Ma dai? davvero?” mentre “Pensa, non mi sono neanche iscritto, però non sono entra in classifica” produce solo dei “Beh, che ti credevi?”.

 Vote the best IX11 blog Allora, l’intento della comeptizione è quello di individuare «the most exciting, inspiring, open-minded blogger writing about his or her experience abroad» quindi io vi chiedo di dimenticarvi la mia dichiarazione di travettidudine, la mia auto denuncia di burocratofilo con maglioncini a losanghe beige e vi invito ad andare sul sito e votare per la gloria della Lingua Italiana (l’anno scorso neppure un sito italiano tra i primi cento e caterve di lusofoni e perfino polaccofoni!), per la gloria degli espatriati italiani e – soprattutto! – per la gloria mia, che il primo premio è un banner!

Advertisements

29 pensieri su “La mia natura repressa di travet, ovvero: Come votare suibhne miglior blog del creato

  1. Votai votai, ma non si puo’ riscrivere a vaelrie e dire che il formato non ci piace? Con cosi tanti pretendenti ci voleva la struttura a gironi, gli ottavi, i quarti. Cosi ci si perde!!!
    (anche, ci ho messo dieci minuti a capire che stavi sotto la I e non sotto la S, per cui, please, vorrei che il mio voto fosse contato triplo)

  2. Anch’io ho fatto il mio dovere. Ma quando scade? No, perché alla BnF c’è una magagna nel sistema che permette di rivotare quante volte si vuole…

    @Anja, siamo gemelli nel ritardo (stavo per scrivere a suibhne: ma non ci sei!)

  3. ho votato per te immediatamente, e ti invidio da matti! 😀
    spero che tu vinca… per gli espatriati, per gli erasmus di berlino, per gli studenti di lettere di genova, per gli appartamenti con la muffa! ah, e ovviamente perché sei uno dei pochi capaci a scrivere correttamente in italiano. cose interessanti, oltretutto.

  4. Stupeur et Tremblement… ci sono anche io in quella lista e credo proprio che sia la mail che ho cestinato senza nemmeno cercare di capirla.
    E manco fosse abbastanza… qualcuno mi ha votata :-/
    Beh, grazie per questo articolo, altrimenti non avrei neanche saputo del concorso.
    PS: ‘mo ti voto.

  5. Dire e sostenere di non averlo detto è consuetudine, ammettere di averlo detto e chiedere apertamente di passarci sopra è quasi eroico. Ecco perchè ti voto e leggo il tuo blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...