oh! bentō! お弁当!

Allora, per colpa sua ieri sono entrato nel tunnel dei bento e ho deciso che sì: l’11 sarà l’anno del pranzo portato da casa e che sì: sarà anche l’anno del bento. Tutto sta, ora, a scegliere il più utile per le mie esigenze di uomo senza forno.

Ecco una prima selezione:

Questo, in versione bianco/nera o bianco/verde (o altro, ma per ora ho selezionato queste due opzioni), contiene 900 ml, le due vaschette vanno in microonde (non ho un forno normale, sapete?) e costa 22 euro. Credo sia isolante, ma non credo troppo isolante.
Questo, a due piani, contiene 900 ml, le due vaschette vanno in microonde (non ho un forno normale, sapete?) e costa 26 euro. Però forse il sacchetto di seta è un po’ troppo vezzoso…
Questo, 600 ml e super-isolante ma – forse – un po’ ingombrante (e costa 25 euro)
Questo, rivestimento in legno elegante, 750 ml x 18,50 euro, o questo, 800 ml x 22,50 euro, ma forse un po’ lungo…
Oppure, per finire, questo che attualmente è forse la mia prima scelta: tre vaschette estraibili a cassettino (una un po’ più grande), 650 ml x 20 euro.

Poi vabbè, ci saranno da trovare i libri (esiste anche questo blog, sulle ricette per bento, ma io sono sempre affezionato alla carta, sapete…) ma questo post è solo per dirvi che bisogna rimandare la scelta perché oggi ho da fare un sacco di cose tra cui lavare il bagno e insegnare italiano. Voi intanto ditemi che ne pensate e rilanciate, rilanciate!

Advertisements

16 pensieri su “oh! bentō! お弁当!

  1. i bento, fantastici! anch’io ero entrata nel tunnel qualche tempo fa ed ogni tanto ne cerco ancora qualcuno in giro, soprattutto in internet. non ne uscirò più, è inutile!

      1. sì, sì, alla fine li uso! oltretutto se cominci a girare in internet o ebay non saprai più neanche da che parte cominciare da quanti ce ne sono di ogni misura e colore! tunnel molto pericoloso 😉

  2. Colpevole !!! Non solo ho avuto il colpo di fulmine, ma ho già fatto acquisti per Natale su quello stesso sito e poi li ho regalati per diffondere la bentomania! Sono tutti belli, complimenti per la selezione. Per la scelta dipende da cosa ami mangiare e la relativa quantità. Per un pasto completo per un adulto privilegerei i 900 ml e un thermos piuttosto per la bevanda . Ma il bello dei bento è che li puoi collezionare (pochi ma buoni è la mia filosofia) o farteli regalare….. Auguri e facci sapere cosa hai deciso!

    1. eh, grazie… spero di non volerli mai, mai collezionare, non ho abbastanza spazio in casa… ma se scegliessi il primo tipo, secondo te, poi sarebbe implementabile? intendo, comprando un altro vassoietto? hum… che vita, che vita!

      1. Mmmm, non so se trovi i vassoietti adatti, non ci ho pensato, e poi l’ elastico terrebbe il terzo “piano”? Boh! Nell’incertezza due bentini piccoli? Oppure vai a vederli dal vivo in un negozio prima di decidere… in fondo anche i vecchi tupperware & co. servono allo scopo…. Bando alle indecisioni, suvvia!

  3. io direi l’ultimo, ma anche il secondo mi stuzzica.
    vorrei avere anche io la tua decisione nella scelta del pranzo da casa.
    forse l’acquisto di un bento è la spinta che mi manca.

        1. sto per comprare un bento. l’ultimo che hai elencato, ma non sarà disponibile prima della fine del mese. sto comprando su casabento.com, dici che è serio?
          quale hai scelto alla fine?

  4. I post sul pranzo al sacco stanno ottenendo molto successo: prima le ricette, e ora i gadget. Mi rendo conto che il mio stile di vita non possa essere praticato da tutti (c’è chi dice nemmeno da me, e va be’…), ma io ho risolto il problema pranzando a casa, se proprio mi sveglio prima delle 2 di pomeriggio, che di norma passo dalla colazione alla cena. Altrimenti la mia idea, il mio ideale, di pasto sul lavoro resta quello di Folco Lulli nei Compagni: panino abnorme e bottiglia di vino da bere a collo. “Ma neanche il tempo di mangiare, boia faus!”. http://www.youtube.com/watch?v=nqO6pbcnAXA

  5. ma nel bento le cose non rimangono calde!!!
    allora fatti un panino o comprati il sushi al supermercato
    guarda, una gavetta inox la faceva anche il decathlon

  6. Il peggio è quando sei in Giappone, dove ci sono interi negozi dedicati solo a quello: bento uno più bello dell’altro. Io ho cercato di non entrare (almeno) in questo tunnel. Mi basta la collezione di brocche e bicchieri pastis… hey, bello il tuo blog!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...