Uomini soli e Catherine Deneuve

Se il sabato, in lavanderia, è il giorno delle famiglie e dei giovani che in settimana lavorano, il lunedì mattina è il giorno di tristi uomini soli, per lo più anziani, e di chi lavora nelle biblioteche che, chissà perché, son chiuse il lunedì come in Italia i parrucchieri.

Nell’attesa che il bucato sia pulito, dopo aver letto un po’ Rutebeuf e aver deciso che non è né il luogo né il momento, mi metto a camminar su e giù per rue Monge, pensando che ormai un altro inverno è tornato e i mille petali di rosa sono caduti. Finché incontro, nel sensi che ci incrociamo e incrociamo pure gli sguardi, Catherine Deneuve.

Catherine Deneuve, lei.

Mi turbo un po’, perché guardare negli occhi Catherine Deneuve! da Belle de jour a Dancer in the dark, dal Dernier métro alla Sirène du Mississippi, a Huit Femmes a Oui, je suis Catherine Deneuve… «Guarda che un sacco di persone assomigliano a Catherine Deneuve», mi dicono. Un po’ dissento, perché se molte donne assomigliassero a Catherine Deneuve allora lei sarebbe rimasta una Dorléac e Mastroianni non le avrebbe donato i suoi cromosomi per generare Chiara. Però potrei essermi sbagliato, a volte mi capita, anche se non ci sarebbe nulla di incredibile a incontrare Catherine Deneuve che passeggia, protetta da occhiali da sole, per rue Monge. Sarebbe impossibile incontrarla in tuta & calosce per via Paleocapa a Savona, ma non nel 5e arrondissement de Paris, vestita da signora della sua età.

Credo che l’unico modo per scoprire se davvero stamattina ho incrociato lo sguardo di Catherine Deneuve – uno sguardo che diceva «Non mi rompere il cazzo, eh?» – sia scoprire quanto è alta, perché la mia Catherine Deneuve non lo era per nulla, diciamo che non arrivava o arrivava a malapena al metro e settanta… Ecco, voi sapete quanto è alta Catherine Deneuve? Cercherei su internet ma ho paura della risposta…

Advertisements

13 pensieri su “Uomini soli e Catherine Deneuve

  1. Ma avresti potuto fermarla e cantarle a squarciagola, inginocchiandoti davanti a lei: “Dio delle cittàààààààààà…”

    Altro che dancer in the dark.

  2. no, no nn approfondire! Che ti importa se era la vera Catherine Deneuve o no?
    Insomma Catherine Deneuve e’ un simbolo e un’immagine
    Quindi oggi tu l’hai sicuramente vista

  3. E’ sempre spassoso leggerti.
    Io una decina di anni fa vidi quello che è uno dei miei miti: Marcello Mastroianni. Camminava in compagnia di una signora a st germain de près,non lontano dalla fermata del metro’. Fui piuttosto delusa: la pelle pareva raggrinziata dai i quintali di cerone che aveva sopportato per anni.
    E poi era anche malato. In realtà era un paio di anni prima che morisse, o poco meno.

    ps conosco chi ha conosciuto la catherine…pare fosse una “bricconcella” non da poco 😉

  4. io l’ho vista alla berlinale, e non mi pareva più alta del mio metro e settanta, quindi dico che era lei. ma io ho preso una spallata da maurizio nichetti a milano centrale, vuoi mettere?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...