Strascicando. Di nuovo sulla fonetica…

Insegnare in una lingua che non è la tua, insegnare addirittura in una lingua che è la loro, di quei ventitré astanti (di quell’astante e di quelle ventidue astantesse, per la precisione), ha diversi svantaggi. Ad esempio può capitare che dopo aver detto “Bene, ragazzi, oggi parliamo di …” loro fanno una faccia strana, come quelli che non hanno capito cosa cazzo hai voluto dire quando hai pronunciato, evidentemente sbagliando la dannata nasale, quella parola che è proprio quello di cui vuoi parlare. E, sempre ad esempio, può capitare che continui per due ore a parlare di quella cosa evitando di nominarla o nominandola molto velocemente, strascicandola un come Paolo Conte.

Però nel frattempo ho imparato a dire moelleux, anche se non parlo mai di moelleux a lezione.

Annunci

7 pensieri su “Strascicando. Di nuovo sulla fonetica…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...