Le domande

Domande che mi sono state fatte, dalla più simpatica alla più odiosa:

6) Ma Abelardo è quello castrato, no?
Sì, brava! Fai le battutine con la vicina ma è lui!

5) Come sarà l’esame per gli studenti Erasmus?
Facile, perché sei germanofona, quindi più brava in partenza. E poi sapevi il valacco!
4) Può andare più piano?
Sì.
3) Come sarà l’esame?
Uff… Ne riparleremo.
2) Può darci una fotocopia con tutti i nomi che ha detto, perché va molto veloce…
Sì.

AND THE WINNER IS:

1) Mi può spigare la prova ontologica dell’esistenza di dio, sant’Anselmo e san Tommaso?

Le spiego qualcosa “Comunque se le interessa le segnalo via mail una bibliografia…”
“No guardi, non mi interessa”

Annunci

6 pensieri su “Le domande

  1. Professore, non inizi a fare odiose preferenze. (E non mi vada troppo veloce, nelle spiegazioni)
    Se non sta bravo le mando Wanzò… : P
    Ciao!

  2. Poteva andarti assai peggio, fidati.
    Una mia compagna del liceo, con la voce e la dialettica di Butthead, chiese al mio professore di filosofia: “Ma lei lo sapeva che Abelardo era nato a Le Pallet?”ridendo per qualcosa come un’ora consecutiva.
    Ah, dimenticavo: Le Pallet era rigorosamente pronunciato all’italiana.

      1. Lui rispose:”Forse a riprova del fatto che la vita è governata da un’ ineludibile ananke”.
        Amavo, amo e amerò sempre quell’uomo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...