Caro Suibhne ti scrivo… Susanna Agnelli ministro e patologie della digestione

Si narra che quando era ministro degli Esteri, Susanna Agnelli rispondesse alle lettere dei lettori di Oggi mentre viaggiava sull’aereo del governo. Pare chiedesse consiglio anche agli ambasciatori che erano con lei, ma – considerando le sue telegrafiche risposte – non ci ho mai creduto.

Io non sono Susanna Agnelli e neppure, malgré moi, il ministro degli esteri. Eppure mi ero dimenticato di aver inaugurato una rubrica di lettere, tempo fa, e mentre sono di ritorno da Londra su un Tgv, mentre bambine si sdraiano per terra e ridono e mentre qualcuno qui dorme a bocca spalancata, mi tocca rispondere.

caro suibhne, c’è un uomo di fronte a me in BnF, sulla trentina, brutto, che continua a RUTTARE mentre io cerco di capire se dissipare e dilacerare sono sinonimi oppure no e quale dei due corrisponde meglio all’anglonormanno despechier.
cosa si può fare?
B. B.

Mia Cara B. B., gli annali della BnF ricordano l’esistenza di UNA ruttatrice, che pare non si rendesse conto del proprio problema e imperversasse. Purtroppo, se il rutto occasionale può essere sanzionato da uno sguardo allibito e un “c’est pas possible” o meglio un “p’tain! C’est dégueulasse”, il rutto ripetuto, si configura come una patologia e non si può dire nulla. Si può però lanciare occhiate imbarazzate: si sentirà comunque una merda.

Hummm… Non molto telegrafico, vero?

Advertisements

5 pensieri su “Caro Suibhne ti scrivo… Susanna Agnelli ministro e patologie della digestione

  1. (Susanna Agnelli mode on)
    Si sposti. Non senza aver lasciato, alla sfortunato, delle mentine per l’alito. Capirà.
    (Susanna Agnelli mode off)

  2. Secondo me si può dirgli che bere birra a colazione, pur essendo una pratica sana e ammirevole, consigliata dai Clash in “Rudie can’t fail”, fra l’altro, non è sempre compatibile con la vita del ricercatore. E despechier lo vedo più vicino a dissipare, o sciogliere o liberare. Etimologicamente dve aver a che vedere con dispacciare, quindi togliere d’impaccio o anche spedire. No?

  3. Caro Suibhne,
    sono sempre io. Vorrei sapere che ne pensi di quegli innamorati che in BnF sussurrano, bisbigliano, si lanciano sguardi appassionati o, le cas échéant, si sfiorano e si baciano. Qui stanno proliferando in tua assenza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...