Quando Mina ride, ovvero: Non parliamoci

Io, come Raymond Babbitt, mi fisso con le canzoni, gli argomenti, i posti. In questi giorni sono fissato con la cottura al vapore, il sesamo e – soprattutto – Non parliamoci cantata da Mina e Vittorio Gassman in una puntata di Studio Uno, nello spazio L’uomo per me, direi. Cioè questa:

non saprei dirvi perché ma non me la riesco a levare di testa e ugualmente, temo, capiterà al vicino di casa pianista, perché son due giorni che la canto a squarciagola sotto la doccia e mentre cucino al vapore. Ecco, io di questa canzone adoro soprattutto due cose, quel “Stammi vicina” detto a mezza voce da Gassman e quel click, quell’apertura impercettibile, quella micro risatina di Mina al minuto uno e diciassette.

E’ una sua caratteristica, ogni tanto lei ride quando canta ed è una cosa che mi sembra meravigliosa, in un mondo di cantanti con le sopracciglia aggrottate.

Vabbé, vado a vedere l’Italia in un pub che – forse – porta sfiga.

No, non parliamoci
se conoscersi è già perdersi un po’
non parliamoci, non parliamoci
se conoscersi è dividersi un po’…

Annunci

5 pensieri su “Quando Mina ride, ovvero: Non parliamoci

    1. sì, e non si capisce se ride perché il testo della canzone è scemo, perché a la cocotte con Gassman o solo perché è felice di cantare… forse tutte e tre le cose… splendida…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...