Parigi val bene una messa quattrocento anni dopo

L’altro giorno sono passato in rue de la Ferronnerie, a passo un po’ svelto, verso il cinema. Ho visto un colossale ammasso di corone e cuscini di fiori che apparivano come omaggio delle autorità a qualcuno o qualcosa. “Qualche morto della Resistenza” mi son detto, avvicinandomi curioso alla lapide. “Qualcuno coi parenti ancora in vita”, era il mio retropensiero, “qualcuno che esisteva quando esistevano già i ministri che posano corone, i giornalisti che scrivono editoriali, o poco prima”.
Invece no, le corone ricordavano l’assassinio di Enrico IV, il primo re borbone, quello ugonotto per cui Parigi valeva bene una messa e si era fatto cattolico, quello ucciso da un estremista cattolico il 14 maggio 1610.

Quattrocento anni fa.

Quello che ha fondato, in un certo senso, la Francia moderna, quello che si era sposato la notte prima di quella di san Bartolomeo, che ha sancito la libertà di religione per i protestanti, e quello che ha generato quel Luigi XIII che aveva tre moschettieri più uno, un cardinale subdolo e coi baffetti e una moglie un po’ mignotta, almeno secondo Alexandre Dumas.

Pare che per tutto l’anno ci saranno celebrazioni (e musica rinascimentale) in tutta la Francia, dall’Aquitania natia a Parigi, dove ovviamente regnò e morì assassinato dal falso prete. Pare che ne vadano ricordate la vita e la morte perché la Francia di oggi è quella che è anche per quel che è successo quattrocento anni fa, che le comunità nazionali si costituiscano anche attorno ai miti fondativi e che abbiano bisogno di momenti di celebrazione, e che questo sia vero anche se dei sessantacinque milioni di francesi se ne interesseranno una manciata.

In Italia, nel frattempo, c’è chi si chiede se sia il caso di celebrare Giuseppe Garibaldi e l’Unità d’Italia, che son passati 150 anni e sembra una cosa insensata e stramorta.

Annunci

5 pensieri su “Parigi val bene una messa quattrocento anni dopo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...