3. Il Centro, che non esiste, la Destra, che boccheggia, e l’Estrema Destra, che sorride. Ovvero: La Sinistra e San Marino

Le Centre
Il MoDem è ormai innegabilmente alla canna del gas. Nato dall’entusiasmo di François Bayrou, che ha spostato l’UDF al Centro, emancipandolo dalla destra presidenziale, non convince più nessuno. Né di Destra, né di Sinistra, perché servono le riforme e non le chiacchiere ideologiche, né con il PS, perché il socialismo è un relitto del Novecento, né con l’UMP, perché la Destra ha fallito. Sembrano parole di Casini o di Rutelli, vero? Però Bayrou non è alleato né della Chiesa né della mafia e quindi i suoi slogan si rivelano quel che sono: bolle di sapone. Il microscopico risultato del MoDem, tra l’altro, rassicura chi temeva che il PS potesse scaricare i comunisti per allearsi al Centro. A parte Ségolène Royal, pare che lo abbiano capito tutti.
MoDem 4,20%

La droite presidentielle
«Si può scegliere tra Waterloo, Berezina o Azincourt per definire la domenica elettorale dell’UMP», ha detto il direttore di Libération. In effetti un tracollo così generalizzato ha sorpreso in tanti ed è frutto di tre fattori concomitanti. Innanzi tutto la scelta scellerata di Sarkozy che ha preteso che tutti i partiti che facevano parte della maggioranza presidenziale (compreso Caccia Pesca eccetera, a cui lei è tanto affezionata) si presentassero all’interno della lista dell’UMP. E’ la banale legge del proporzionale: 10 liste raccolgono più voti di una lista sola che le raggruppa. Ed è anche la banale legge della coerenza: meglio un partito con una piattaforma precisa, che possa discutere di alleanze dopo il voto sulla base del peso effettivo che la piattaforma ha raccolto, piuttosto che una lista-amalgama. Questa scelta ha annichilito gli alleati senza che il partito crescesse di conseguenza, restando, tra l’altro, privo di riserve di voti a destra ed essendo condannato, sostanzialmente, alla sconfitta in tutte le regioni. Le ultime tre frasi sono dedicate a Fassino, Veltroni e a tutti i fondatori del Pd. Il secondo motivo è il classico meccanismo del vote sanction: la Francia ha votato contro una maggioranza che si è dimostrata inefficace durante la crisi, non all’altezza delle promesse elettorali e incapace di rivendicare il minimo successo. Infine c’è la crescita del FN.
UMP 27,26%

L’extreme droite
Il FN raggiunge un successo insperato. Ancora Le Pen, che fa tanto decennio scorso? Ebbene sì, anzi ora i Le Pen sono due, padre e figlia. Hanno ottenuto entrambi un successo personale significativo, nelle regioni in cui si sono candidati: oltre il 20% Jean Marie, in Provenza, e oltre il 18% Marine, in Nord-Pas-de-Calais (la regione di “Giù al Nord”, per capirci). I motivi, ahimé, son sempre gli stessi: la gente è incazzata e Sarkozy, che era riuscito a cannibalizzare il FN rubandogli le parole d’ordine e le ricette, non fa abbastanza. Il folle dibattito sull’identità nazionale, promosso da Sarkozy e dallo scellerato ministro Eric Besson, ex socialista e attuale ministro dell’Identità nazionale e immigrazione, hanno dato spazio, visibilità e legittimità a un partito che alle europee aveva avuto un pessimo risultato. «Mi sa che ci abbiano seppelliti un po’ prematuramente», ha detto Le Pen, mostrando in TV un manifesto elettorale del FN, censurato dalla magistratura perché islamofobo. Mi sa anche a me…
FN 11,42%

Sì, l’astensione va tenuta in considerazione perché il 53% di non votanti parla a Sarkozy, che deve riconquistare i voti persi, ma anche al PS, ricordandogli che la Sinistra non è mai stata così in salute da molti anni, che è «maggioranza del paese legale», come scrive oggi Libération, ma che, là fuori, c’è un «paese che protesta». La Sinistra non potrà mai vincere le elezioni nazionali e tornare al governo della Francia finché non riuscirà a intercettare il «cittadini dissidenti», quelli che votano FN o che non votano, le classi popolari che non si sentono rappresentate e a cui non si sa come parlare.

Tra due anni si votano le presidenziali. Queste regionali, alla fine, saranno per la Sinistra poco più che una amichevole con San Marino: magari vinci e convinci, ma non è che puoi già pensare alla finale…

Qui tutti i dati, qui l’anteprima, qui la prima puntata, qui la seconda. Io ora vado a mangiare e la faccio finita davvero.

Annunci

4 pensieri su “3. Il Centro, che non esiste, la Destra, che boccheggia, e l’Estrema Destra, che sorride. Ovvero: La Sinistra e San Marino

  1. Sì, il FN ha dato un bel colpo di coda, ma non è una grande sorpresa (malgrado i sondaggisti orbi). Anche qua, se andiamo a vedere in termini di voti, il FN ne conquista 2 milioni e 200 mila, guadagnandone un milione rispetto alle legislative 2007 e alle europee 2009 (voti che erano stati “cannibalizzati” dai primi cento giorni di Sarkozy), ma resta al di sotto dei 3 milioni e mezzo di voti delle legislative 2004 e dei quasi 4 milioni di voti conquistati da Le Pen al primo turno delle presidenziali 2007.
    Il buon risultato del FN non è estraneo, secondo me, al taglio fortemente sociale che ha dato alla sua campagna, soprattutto nel Nord, sempre più devastato dalla crisi e dala deindustrializzazione.

  2. oggi giù al nord tutti mi commentavano su quanto siano furbi i le pen a candidarsi proprio nelle zone dove ci sono più problemi. Molti poi danno una colpa generica all’Inghilterra, che con la crisi rende più difficile entrarci e accumula gente disperata da tutta europa a Calais e in generale nella regione. Io devo dire che Lille non mi ha mai dato l’idea di un luogo con tensioni sociali, ma mi dicono appunto che Calais Dunkerque e Roubaix sia molto peggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...