Il gallo menestrello. Post da brivido per filologi romanzi.

Mi rendo conto che questo sta per diventare un post per filologi romanzi di circa trent’anni, quindi per una  ventina di persone al mondo. So anche che potrebbe sembrare un post per nerd del Medioevo, un post alla Sheldon Cooper del XIII secolo. Però ho appena scoperto, guardando un quiz in tv mentre giravo il sugo sul fornello come una casalinga, che il gallo menestrello nella versione francese del Robin Hood di Walt Disney si chiama – respiro profondo – Adam de la Halle. Immagino che la scelta degli adattatori derivi dalla “somiglianza” del suo nome con quello del personaggio di Alan-a-Dale, nella saga di Robin Hood. E temo che un ruolo ce l’abbia anche il fatto che Adam ha scritto il Jeu de Robin et de Marion che non non sono però Robin Hood e Lady Marian.

Sì, mi rendo conto che la maggior parte delle persone che passa di qui si starà dicendo “Chi?” o nella migliore delle ipotesi “E quindi?”. Però a me è venuto un brivido. Perché c’è una certa apprezzabile differenza tra questo e questo:

Tra l’altro è una delle poche traduzioni francesi di Walt Disney che non mi pare ributtante… chissà chi sarà ‘sto Pierre Vassiliu che canta la canzone…

Annunci

2 pensieri su “Il gallo menestrello. Post da brivido per filologi romanzi.

  1. Se fossi un filologo, probabimente troverei discutibile la scelta dei traduttori francesi. Invece leggo wikipedia (http://en.wikipedia.org/wiki/Maid_Marian) che mi pare suggerire che, se il Robin del Jeu non c’entra con Robin Hood, Marion potrebbe invece esssere sempre lei. Personaggio indipendente, sarebbe stata associata a Robin Hood dal XVI secolo. Sarebbe allora forse ipotizzabile un’influenza di Adam de la Halle, all’origine di questa unione? Ahimè, non sono un filologo. E la mia ricerca finisce qui. E il menestrello continuerò a chiamarlo Cantagallo, come un autogrill (e se i francesi avessero tradotto dalla versione italiana immagino l’avrebbero chiamato Chantecler).

  2. anche io avrei scommesso su Chantecler, e invece…

    sarebbe interessante parlare con gli adattatori italiani e quelli francesi… così magari mi spiegano anche le aberrazioni degli Aristogatti con il gatto che parla romanesco…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...