I problemi con l’iPhone e il ט di lana, ovvero: Quando il jack salta

Oggi ho deciso di non andare in BnF e di lavorare a casa e poi andare al centro SFR perché il mio iPhone aveva qualche problema. Dovete sapere che da un mesetto circa inserivo il jack e questo plop saltava fuori, come un regalo di Puffo Burlone. E più lo spingevo, più saltava fuori. E non si sentiva, non si sentiva niente. Avevo trovato un modo per risolvere la questione: bastava inserire il jack non completamente, soltanto per metà, così che entrasse in alchemico contatto con una specie di punto G dell’iPhone di modo che, miracolosamente,  venisse restituito un suono, anche se un po’ più basso. Ovviamente era un espediente piuttosto precario e bastava che cambiassi andatura, mi grattassi un orecchio o girassi la testa a sinistra per vedere il manifesto dell’odiata Valérie Pécresse che plop il jack ricicciava fuori.

Bene, oggi è il giorno del centro SFR, mi son detto. Poi, mentre facevo la doccia, ho pensato che forse qualcosa ostruiva il foro di entrata delle cuffie e, appena uscito, ancora grondante acqua calcarea, mi son messo a guardare nel buco dell’iPhone. Ovviamente era tutto nero, ma io sono testone e ho deciso di frugarci dentro. Per prima cosa ho preso uno spaghetto, nel senso della pasta, che sono italiano. Fruga che ti fruga, ho tirato su un po’ di polvere e mi son autoconvinto che fosse solo il coperchio del problema. Ho preso quindi un ago, dopo aver (brevemente) riflettuto se infilare un affare metallico in un cellulare fosse o no una buona idea. Ho deciso di sì e l’ho ficcato nel foro come *** LOST SPOILER *** un pugnale giapponese nella pancia di un John Lock *** FINE SPOILER *** e ho sentito qualcosa di morbido. A-ah! ho detto e ho continuato a frugare, facendo gancio e cercando di tirar fuori il verme orribile che si nascondeva nel mio iPhone.

Lentamente ho tirato fuori un ammasso di qualcosa, forse lana, forse polvere rappresa, forse chissà. L’ho posato, con la perizia di un anatomopatologo che estrae il bozzolo di una falena testa di morto dalla bocca di un cadavere, sul tavolo bianco e ho iniziato a esaminarlo. Per ora, vi posso solo dire che non ho capito il materiale ma che ha la forma di un ט.

L’iPhone, adesso, funziona, io sono molto contento e posso andare subito in Sorbonne ascoltando la nuova puntata di Melog.

Annunci

12 pensieri su “I problemi con l’iPhone e il ט di lana, ovvero: Quando il jack salta

  1. maledetto!
    ho commentato su facebook, ma sappi che il tuo karma ha appena perso 100 punti e per questo motivo ti reincarnerai in un verme dell’iPod

    [la prossima settimana mi lamenterò a voce su skype, dimmi tu una sera in cui sei libero, non il martedì perché c’è lost]

  2. Fino all’ultima riga ho pensato che in realtà avessi quasi coscientemente (un ago?ma sei folle?) distrutto l’iphone. Ora puoi o farti una terribile idea dell’idea che questo blog trasmette di te oppure andare a giocae il lotto perchè potrebbe essere il tuo giorno fortunato.
    Ah, una gallina di lana, a me pare, dal simbolo.

  3. Grazie grazie grazie grazieeeeeeeeeeeee!!! Finalmente ho potuto eliminare questo fastidiosissimo problema!!! Chiedimi ciò che vuoi!!! XD

      1. Grazie. Mi hai risolto un problema che mi stava facendo parecchio innervosire.
        Identici sintomi, identici pensieri e un sacco di male parole e pensieri verso la mela. Ordunque, girando per tutti i siti dedicati, non vi è nulla se non cose insulse ma… toh… un Woody Allen sotto la doccia ha un piccolo pensiero sublime che mi toglie dall’impaccio. Anche il sottoscritto aveva pensato a un più banale stuzzicadenti ma vuoi mettere il brivido dell’ago/fioretto. Ravana, ravana, vien fuori un batuffolo di lana. E credo non sarà l’ultima volta che capiterà….
        Di nuovo grazie. L’ho appena riprovato e funziona benissimo.
        P.S. ma quante menate ha l’Iphone?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...