Ho lottato per le mie mutande

Avete presente le lavanderie automatiche, no? Ecco, io sono di quelli che pensano che stare fermi a guardare l’oblò in attesa che i calzini siano puliti sia una cazzata. Sono di quelli che dicono “Ma se anche arrivi a bucato finito cosa vuoi che succeda? chi credi che se le rubi le tue mutande?”. Bene, vorrei ora chiedervi scusa.

Oggi pomeriggio, dopo un po’ che l’oblò ruotava (cioè, lo so che non è l’oblò a ruotare… ma se scrivo che ruota il cestello non mi piace), ho deciso di andare a fare un giretto. E’ stato un bel giretto, di un quarto d’ora, che mi ha consentito di scoprire che se si percorre una strada dal lato che di solito si trascura si possono scovare bar còrsi che offrono una pinta di birra e un piatto di charcuterie còrsa a 5 euro. Volevo allungare ancora un po’ il giro, proprio in virtù del chi-se-le-ruba-le-mie-mutande ma non l’ho fatto, fortunatamente.

Mentre attraverso place Monge per raggiungere la lavanderia mi rendo conto che, in effetti, il mio oblò ha smesso di girare. Mi rendo conto, anche, che davanti al mio oblò c’è un uomo in un immenso piumino beige e un cappello poco raccomandabile. E che è chinato e non toglie gli occhi dal mio oblò. Accelero il passo, apro la porta a vetri e ostento un BONJOUR rivolto all’uomo, che retrocede e fa finta di essere lì per sbaglio, fischietta, guarda il soffitto. I vestiti e il sacco dell’Ikea pieno di cose mi fan capire che l’uomo è un clochard. Io lo guardo come per dire “Intesi, eh?” e vado verso il fondo della lavanderia a un cesto. Tornando indietro capisco che i miei sguardi sono fraintendibili, perché il signor Clochard si sta riavvicinando al mio bucato, minaccioso come un kulako o un plutocrate nella propaganda anni ’30. Tossicchio, lui mi guarda a occhi sbarrati, prende il sacco Ikea ed esce.

Ora so chi se le ruba le mie mutande. Chi se le sarebbe potute rubare, in verità.

Annunci

14 pensieri su “Ho lottato per le mie mutande

  1. Quando peregrinavo da un appartamento all’altro e non avevo ancora la lavatrice in casa, a me una volta hanno rubato degli strofinacci da cucina.

    Comunque la lavatrice in casa è una comodità incredibile. Se poi hai anche la lavastoviglie sei in paradiso.

  2. eh, lo so… ma qui se ci fosse una lavatrice non potrei starci io… figuriamoci una lavapiatti! tra le due, comunque, preferirei la lavapiatti senza dubbio…

  3. Preferiresti la lavapiatti??
    Io trovo piuttosto inutile la lavastoviglie (in un casa dove abitano una, massimo due, persone, chiaramente: non per le famiglie), ma una casa senza lavatrice non riesco proprio a immaginarmela…
    Cioè: piuttosto che prendermi il disturbo di uscire, andare in lavanderia, star lì come una scema ad aspettare per tutto il lavaggio, eccetera eccetera, credo che mi farei il bucato a mano nel lavandino. Lenzuola comprese.
    :-S

    Veramente: credo che se dovessi mai capitare in una casa senza lavatrice, per me sarebbe uno shock enorme. Ohibò.

  4. Ma lavare i piatti è irritante! le mani nell’acqua, i rimasugli di cibo, i guanti che puzzano di gomma… la lavapiatti è una cosa meravigliosa… Ti assicuro che la lavatrice non è un dramma così grande. A parte il rischio furti…

  5. anche a milano le lavanderie automatiche hanno un sapore parigino, mi gasa andarci. una volta una signora mi ha raccontato una storia simile alla tua, ma le mie mutande sono coraggiose e io continuo ad andare a fare il mio giro di 17 minuti. per me il problema piu’ grosso rimane il mezzo di trasporto-mutande: col sacco dell’ikea mi trovo bene, tu da parigi che consigli?

    1. Qualche anno fa avevo comprato da Muji un cesto della biancheria di stoffa coi manici e una struttura di metallo leggero. Per un po’ me ne sono vantato, ma non era per niente comodo. Ora vado di sacco blu Ikea come fate tu e i barboni. Io lo porto come fosse una gerla…

  6. ah, ricordo ancora con immensa giogia il giorno che ci siamo trasferiti in un appartamento con lavatrice! Ah, mi sono sentita come una casalinga degli anni 60: Che posti inquietevoli le laverie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...