Un sondaggio da un altro universo

Oggi Libération riprende un sondaggio di Paris-Match sulle elezioni regionali perché anche qui, come in Italia, ci sono le regionali. Letti da un francese, i dati testimoniano che la Sinistra è molto più in salute di quanto si immaginasse. Il motivo, a mio avviso, è che, a fronte di un  gruppo dirigente nazionale vecchio, diviso, opaco e sostanzialmente impresentabile, nei territori restano molti socialisti pragmatici, appassionati e radicati. Se vi ricordate, questo era il motivo per cui il Pds era molto più competitivo alle amministrative che alle politiche, ma era il secolo scorso.

Letti da un italiano, invece, i dati confermano che politicamente la Francia è un altro universo, con una sinistra-sinistra sconfinata: Lotta operaia al 2%, il Nuovo Partito Anticapitalista al 3 % e il Partito Comunista, federato con vari transfughi socialisti, al 5 %. Poi ci sono i Verdi al 13% e i Socialisti al 27%. Questo significa che la Sinistra potrebbe avere il 51 per cento dei voti. Non si può mica fare questi conti, direbbe Veltroni, non posso allearmi con Lotta Operaia! Ovviamente no, ma avere uni spazio a sinistra è utile perché sono riserve di voti contendibili. C’è quindi il MoDem, cioè il Pd senza i preti (né i comunisti), che avrebbe il 6,5% e che sta da solo al Centro, a simboeggiare che il Centro è una scelta sempre meno appetibile, se non ti chiami Ségolène Royal. A Destra l‘UMP di Sarkozy conquisterebbe un deludente 27% e il Fronte Nazionale in sostanziale ripresa all’8,5%. Anche riuscisse a convincere gli elettori del FN, quindi, la Destra appare fortemente minoritaria.

Niente di nuovo, per carità, sono le reazioni che colgono un italiano ogni volta che legge un giornale, sente un dibattito politico o guarda un sondaggio francese. Se, da una parte, le somiglianze con la nostra situazione sorprendono, a cominciare dagli stessi problemi di ricambio e corruzione, dalla supercazzola televisiva di Sarkozy un paio di giorni fa o dalla penosa situazione del gruppo dirigente del PS, dall’altra resta il fatto che è un panorama politico anche linguisticamente alieno. Ci si rende conto, soprattutto, che il baricentro politico (ed elettorale) è spostato decisamente a Sinistra e noi, italiani di sinistra che siamo venuti su negli anni in cui c’era la sbornia neoliberista  (cit.) perché era caduto il Muro, in cui bisognava guardare al centro perché era caduto il Muro,  in cui certe parole non andavano più bene perché cazzo! è caduto il Muro! beh, restiamo spiazzati e cerchiamo di respingere l’idea che l’imbarbarimento della coscienza politica nel nostro paese non sia soltanto colpa di Berlusconi e che, alla fine, siamo colpevoli anche noi, editori, giornalisti, politici, militanti ed elettori.

Eppure anche qui lo sanno che è caduto il muro di Berlino…

Annunci

8 pensieri su “Un sondaggio da un altro universo

  1. Per curiosità: ma quindi non c’è un partito di centro-sinistra che sia (anche) ispirato ai valori cattolici, in Francia? Tipo il PD?
    (Se il MoDem è “il Pd senza i preti”, immagino che i preti non siano andati a confluire dentro lotta operaia… ;-P )

    1. Ma questi hanno fatto la Rivoluzione per levarsi di torno nobili e preti 🙂 Gli unici che parlano di valori cristiani sono quelli del Front National, e sempre in funzione anti- qualcosa (la Sinistra, la destra che svende la la patria, l’Islam, Europa, Turchia…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...