I muri di carta velina, ovvero: Quanto è vicino un vicino

Come credo di avervi detto almeno una volta, lo studio qui vicino è di un musicista che lo usa solo per suonare. Ecco, fino a stasera non avevo capito quale fosse vicino lo studio qui vicino, non avevo ancora capito il vero significato di vicino.

Mezzora fa sento rumori nel corridoio e capisco che è il musicista, c’è anche la voce di una donna e ridono insieme io mi dico “Ah, l’amour!” e aggiungo “Ma non ce l’ha una casa dove portarsela?“. Apre la porta e non sento più niente per cinque minuti. Poi sento lei che insomma… sì dai, lei che insomma… e poi sento anche un inequivocabile sciaff sciaff sciaff… mentre lei continua a sì, insomma… nel crescendo che immagino immaginiate. Dopo una pausa illusione, usata credo per cambiar posizione, ricomincia uno sciaff sciaff più tenue, io alzo la musica per pudicizia e per non sentire l’acme che invece sento.

Ora lui sta russando.

Annunci

9 pensieri su “I muri di carta velina, ovvero: Quanto è vicino un vicino

  1. Mi auguro che quel musicista suoni senza mai stonare, e solo cose che ti piacciono, perché altrimenti visto lo spessore delle pareti sarà una comica… :-S

    Ma non c’era l’obbligo di isolare la stanza, se è all’interno di un condominio e la si usa per suonare? In Italia, credo che ci sia: mia nonna aveva avuto un problema simile con il vicino del piano di sotto, e alla fine lui era stato costretto a isolare la sua stanza. (No, il vicino del piano di sotto non si portava dietro le donne: faceva solo lezione di piano nel suo studio, e alla lunga mia nonna s’era un po’ rotta di ascoltar per tutto il pomeriggio le scale dei suoi alunni di sette anni).

  2. Non c’è l’obbligo di avere un bagno in casa?? O__o
    Cioè, ci sono ancora le case con il bagno nel corridoio per tutto il piano? A Parigi?
    No, dai, è incredibile! °__°

  3. in portogallo dal bagno della nostra stanza abbiamo sentito delle esibizioni da circo, con rumore di mobili che sbattono e lei che supera i decibel di un soprano wagneriano. il tutto tipo alle due del pomeriggio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...