Le nuvole sopra, il freddo che pizzica e io, che mi riprendo Genova

Non è la giornata migliore, forse. Le nuvole sopra, il freddo che pizzica, le previsioni di neve pure sulla costa, le scuole chiuse domani. Però spengo La7 e Toulouse Lautrec, mi vesto un po’ pesante e scendo nei caruggi, a riprendermi Genova, con gli occhi, pure nei canti screpolati, col naso, nelle focaccerie e nel detersivo comunale che cerca di coprire l’odore del piscio.


Genova nera e bianca.
Cacumine. Distanza.
Genova dove non vivo,
mio nome, sostantivo.

Giorgio Caproni, Litanìa

Annunci

4 pensieri su “Le nuvole sopra, il freddo che pizzica e io, che mi riprendo Genova

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...