Dimenticare l’Irlanda

Dopo l’adolescenza, superata l’infatuazione per i Dubliners, i Cranberries e, soprattutto, Un giorno di pioggia e Il cielo d’Irlanda, ho perso sostanzialmente ogni interesse per l’Irlanda. In realtà credo sia stato un fenomeno generazionale: a un periodo in cui si andava in Irlanda, si pensava ai viaggi in Irlanda, (“Magari affittiamo un pulmino!” “Cretino, guidano a sinistra quelli!”), uscivano film irlandesi (o sull’Irlanda), Feltrinelli ristampava Bobby Sand eccetera, è succeduto un periodo in cui il folk di cui interessarsi veniva dai Balcani, dove nel frattempo avevano quasi del tutto smesso di ammazzarsi. Quindi good bye Bob Geldof, dobrodošlica dobrodošao Goran Bregovic [non si dice così, vero?].

Poi totale disinteresse per l’isola, con alcune eccezioni:

2002, una irlandese in Erasmus a Berlino mi racconta che aveva avuto un ragazzo italiano e infatti conosce una frase: “Volleeo Kee-avah-ree“;
2003
, sulla via di un campeggio pansocialista in Grecia, un sindaco irlandese che mi racconta quanto quel paese sia strambo, dal sistema elettorale a quello dei partiti, della birra e dell’hurling
2004
, infine, nasce questo blog, (che poi è questo) che ha un nome irlandese ma mi viene in mente soltanto ora.

Ad ogni modo, il gusto provato stasera, quando all’80° dello spareggio per i mondiali, mi sono reso conto che la Francia stava perdendo uno a zero con l’Irlanda, condannandola allo spettro dei supplementari, mi ha fatto tornare voglia di porte colorate, prati verdi, violini, sanpatrizî eccetera. E non vi dico ai supplementari, come pregustavo l’ecatombe francese.

Invece è finita come è finita, e posso ringraziarli per il sì a Lisbona e continuare tranquillamente a disinteressarmi di Irlanda.

Annunci

5 pensieri su “Dimenticare l’Irlanda

  1. Dobrodošlica è “il benvenuto”, ossia il sostantivo che si usa in espressioni come “porgere il benvenuto”, “ringraziare per il benvenuto” ecc. Come interiezione/saluto si usa dobrodošao/došli/došla/došle (benvenuto/i/a/e).

    Pippone linguistico a parte, la moda dell’Irlanda! Ricordo mia cugina che diceva di volersi trasferire lì e poi è finita in Svizzera, poi c’erano anche Paola e Chiara che avevano fatto un album con un sound irlandese. Anni ’90.

  2. Paola e Chiara! Pure loro volevo scrivere nel post, me le sono dimenticate… però loro hanno evitato i Balcani e hanno fatto Irlanda > Spagna vacanziera > Qabbalah…

  3. Io per il momento mi gusto il mio mito personale della Spagna, ma l’Irlanda non mi ha mai attirato particolarmente. Salvo poi scoprire che esistono gli isperismi e che il buon Colombano ha dato il nome ad una nota località lombarda caratterizzata da una notevole produzione vinicola.

  4. vedi? confermi la mia idea, sei troppo giovane per essere stato irlandofilo…

    oppure sei partito dallo stadio 2 di Paola&Chiara, può essere anche questo in effetti…

  5. Eh sì, la Spagna fa molto primi anni 2000. Ora il nuovo trend è Berlino. Chissà come faranno Paola&Chiara a combinare cibo kasher e Bratwurst?!
    Non vedo l’ora che sia il turno di Bucarest o Kiev, ahah!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...