Il Galles e l’Indonesia, ovvero: Sono le piccole differenze…

Ieri ho scoperto che per la mia carta di chercheur invité a Paris IV mi serve una fotografia, e l’ho scoperto con lo sgomento di chi sa di avere una cofana sul cranio. Stamattina, dunque, ho pensato di porre rimedio andando a farmi tagliare i capelli a Place d’Italie. Perché là?, mi chiederete un po’ perplessi. Il mercoledì c’è il 20% di sconto sui tagli da uomo e io vengo pur sempre da Genova. Il salon si chiama Fabio Salsa ma dentro sono tutte donne, cosa che mi fa dedurre che il signor Salsa sia in realtà una catena e non un essere umano, come il signor McDonald o il signor Jean Luis David, solo molto più sfigato.

Come ci hanno ben spiegato Aby Warburg e Vincent Vega, sono le piccole differenze, a prima vista insignificanti, che rendono assai diverso andare da un coiffeur in Francia o in Italia. Innanzi tutto la musica, che da Tony [se il cannocchiale funzionasse, qui ci sarebbe un link che vi ricorderebbe chi diavolo è Tony] regna – truzza – in tutto il salone informando le parrucchiere, le decorazioni e la discussione stessa. Da Fabio regna il silenzio. Poi l’enorme bavaglino a cui siamo abituati in Italia, quello che ci legano dietro al collo e che impedisce ai nostri abiti di pralinarsi di capelli tagliati, diventa una specie di kimono o un camice da chiururgo, chiuso sulla schiena e assai più elegante. Quindi l’acqua dello shampoo, qui si usa solo acqua fredda. Infine la poltrona da barbiere diventa una seggiola di metallo molto meno spaziale. Poi ho notato che qui tendono a tagliare i capelli da seduti, ma non so se lo facciano anche in Italia e non l’ho mai notato, fatemi sapere, se mai…
Simili e confortanti, invece, le parrucchiere. Se, come vi ricordate, la Cri [anche qui ci vorebbe un link al cannocchiale, se solo funzionasse…] legge i romanzi storici alla Elisa di Rivombrosa, la Marie Elène, che – a una prima datazione – della Cri potrebbe essere madre, andava male a scuola perché «tutti quei numeri e quelle date» non le entravano in testa. La Marie Elène è molto gentile, devo dire, e mi spiega, tra le altre cose, che patte non vuol dire soltanto “zampa”, come credevo, ma anche “basetta”. Chiacchieriamo un po’, e noto un’altra differenza: se mentre chiacchiera la Cri taglia, pettina e rotea le forbici come Hattori Hanzō o una tartaruga Ninja, la Marie Elène apre bocca solo se forbici, rasoio o macchinetta sono rigorosamente fermi.

La Marie Elène, ad ogni modo, è molto interessata alla mia pesona, e la cosa mi delizia. Le racconto che faccio nella vita, che ci faccio a Parigi e le dico che sono fortunato, che avevo fatto diverse domande in università in giro per il mondo e potevo anche finire in… in…

S. Au Pays de Galles… dico, memore dei sorteggi per gli Europei
M.E.
mi guarda perplessa
S.
Ma sì, come si dice… quel pezzo di Regno Unito che non è Inghilterra e neanche Scozia…
M.E. Nel Regno Unito? … Indonesie, c’est ça?
S. No no, lasci perdere…

Ad ogni modo, chiacchieriamo per un po’ e mentre vedo i miei capelli diventare Ignazio Marino fuori sento qualche tuono. Mi spazzola bene:

M.E. Le metto qualcosa in testa?
S. Sì, facciamo del gel…

Annunci

9 pensieri su “Il Galles e l’Indonesia, ovvero: Sono le piccole differenze…

  1. Com’è che la tua pagina WordPress è proprio bella e la mia è proprio un cesso?
    Com’è che tu continui a scrivere così tanto e io continuo a non scrivere un accidente?
    Comunque sia benvenuto.

  2. E dai, finalmente una piattaforma seria.
    Dove nei commenti si può usare l’html.
    Che figata.
    E poi, scusa, a parte che funziona, vuoi mettere con lo stile?

  3. a me sabato sera è capitato che due ricercatori post-dottorali (uno dei quali direttore di una collana editoriale di testi di a da in con su per tra fra il medioevo) mi chiedessero se israele è in europa. due ricercatori europei, intendo. insmma europei… galeghi

    p.s.: il template è carino, l’insieme è visivamente allettante, ma per l’amor del cielo cambia ‘sto titolo!
    baci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...