Sei passato in bicicletta sotto la mia finestra

«Caro Franco, perdonami se ti ò scritto questa lettera, ma il mio cuor in tale modo comanda. Il giorno che mi dissero che l’ufficiale della gioventù littoria aveva simpatia per te, io ò compreso tutti i tuoi turbamenti, i baci e gli abbracci che mi ài negato. Ó capito che non ero più il tuo amore e che qualcun altro aveva preso il mio posto.

Caro Franco, quel giorno in cui in piazza mi bastonarono gli avanguardisti, il tuo amore, i vecchi del paese e pure mio padre tra quelli, non sentii nessun dolore, giacché niente reggeva il confronto alla pena di non poter più abbracciarti.

Ricordo quando ti baciavo sulla tua bocca esangue e tu pure mi restituivi i tuoi baci. Questo è l’esilio più duro per me, quello dai tuoi baci.

Ó visto che la notte che mi hanno portato via, sei passato in bicicletta sotto la mia finestra, e quello è il ricordo che mi fa compagnia in questo luogo alla fine del mondo. Tu che piangevi in silenzio sotto la mia finestra.

 

Saluti infiniti e baci tanti.
Per sempre tuo
Attilio»

Più riguardo a In Italia sono tutti maschi

Luca de Santis, Sara Colaone
In Italia sono tutti maschiSe

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...